/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2020, 19:51

Boom di richieste per i buoni spesa: 9 mila domande inoltrate al Comune di Torino in otto ore

L’assessore Pironti: “Un campione che non conosciamo, vogliamo capire chi con il virus è andato in difficoltà”

Boom di richieste per i buoni spesa: 9 mila domande inoltrate al Comune di Torino in otto ore

Novemila domande in otto ore per usufruire dei buoni spesa. Come previsto, dalle 10 alle 18 di oggi il Comune di Torino è stato preso d’assalto dai cittadini in difficoltà economica che chiedono l’agevolazione per acquistare generi alimentari.

La maggior parte (il 75%) ha utilizzato la piattaforma messa a disposizione sul sito della Città, i restanti hanno preferito chiamare il numero telefonico 01101130003 e compilare la domanda con l’aiuto di un operatore. 

“Recarsi fisicamente alle anagrafi non è la via normale - ha spiegato l’assessore all’Innovazione Marco Pironti - lo standard è al contrario utilizzare la piattaforma internet. A breve sapremo chi sono i cittadini che hanno fatto richiesta del buono, si tratta di un campione che non conosciamo, vogliamo capire chi con il virus è andato in difficoltà”.

La sindaca Chiara Appendino ha poi commentato chi nelle ultime ore ha criticato il sistema “digitale” per l’ottenimento dei buoni. “Si tratta di un modello - ha detto la prima cittadina - che ci garantisce in breve tempo di destinate le risorse messe a disposizione dal governo ai cittadini che sono più in difficoltà".

"Il buono cartaceo avrebbe comportato altri costi e si sarebbe prestato a possibili falsificazioni”.

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium