Economia e lavoro - 03 aprile 2020, 14:10

Soccorso alimentare e buoni spesa: il Comune di Rivoli scende in campo per aiutare i più bisognosi

Stanziati 15mila euro per garantire nell'immediato i beni di prima necessità nei casi più sensibili, mentre è pronta a partire la distribuzione dei voucher per facilitare la spesa di chi ha meno risorse

Soccorso alimentare e buoni spesa: il Comune di Rivoli scende in campo per aiutare i più bisognosi

Una somma di 15mila euro da destinare alle persone in gravi difficoltà, per garantire loro generi alimentari e di prima necessità. E' quanto è stato deciso dal Comune di Rivoli insieme alle altre amministrazioni del territorio di fronte a un momento così complesso come quello che vede il pianeta combattere contro il contagio da Coronavirus.

"Abbiamo deciso nell'ultima Giunta - dichiara il sindaco Andrea Tragaioli - in accordo con i sindaci del Consorzio Cisap-Cisa di destinare questa cifra per l'immediata fruizione di generi alimentari e di prima necessità per persone in gravi difficoltà. Un primo importante intervento per venire incontro a quelle situazioni che sono già al limite. In questa fase oltre al contenimento del virus l'amministrazione è prodigata a contenere i casi di disagio e sta mettendo in campo tutte le soluzioni per essere di supporto in tempi rapidi".

Come da accordi con il Comune, il Cisap sta provvedendo all’attuazione del “Soccorso Alimentare”, distribuendo dei pacchi alimentari per nuclei familiari già conosciuti dai servizi sociali e dalle Associazioni del territorio prima del Covid-19 e a nuclei familiari che si sono trovati in emergenza economica a seguito del Coronavirus.

I volontari delle Associazioni del territorio di Rivoli collaboreranno per rifornire di alimenti la Bottega della Solidarietà “il Pane sul muricciolo” di Via Nuova Collegiata 4 a Rivoli e si occuperanno della distribuzione alla cittadinanza.

Intanto il Cisa-Cisap sta continuando a vagliare le nuove richieste di cittadini non in carico al servizio che telefonano per segnalare la propria difficoltà economica, in questa fase di emergenza. Con un approfondimento telefonico l’operatore cerca di comprendere se la richiesta riguarda buoni spesa oppure di contributi di sostegno al reddito (così come da informazione mediatica) o necessità di soccorso alimentare. In questo secondo caso la persona viene segnalata alla Bottega della Solidarietà per ritiro pacco alimentare, diversamente viene invitato a consultare il sito della Città di Rivoli per conoscere come fare la richiesta dei buoni spesa.

Intanto il Comune di Rivoli ha adottato misure urgenti di Solidarietà Alimentare derivanti dagli effetti economici dell’emergenza sanitaria Covid -19. La Giunta Comunale ha deliberato il percorso attuativo dell’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 29.3.2020 che ha stabilito di incrementare il fondo di solidarietà comunale di 275.348,00 euro. I fondi saranno distribuiti ai nuclei familiari in forma di Buoni Spesa, intesi come carte prepagate, che saranno emesse dagli esercizi commerciali che aderiranno all’iniziativa di Solidarietà Alimentare entro lunedì 6 aprile. “Il nostro impegno è salvaguardare oltre che la salute dei nostri cittadini anche il loro approvigionamento alimentare in questo momento di emergenza Covid-19 – aggiunge Tragaioli -. lunedì sarà pubblicato il modulo di richiesta dei Buoni Spesa con l’elenco degli esercizi commerciali in cui spendere la cifra destinata. Abbiamo preso il tempo necessario per organizzare al meglio le modalità di richiesta, valutazione e invio tramite email del buono. Ci saranno anche tre linee telefoniche dedicate per rispondere ai dubbi dei cittadini nella compilazione della domanda per l’erogazione dei Buoni Spesa”.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU