/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 06 maggio 2020, 16:15

Fase 2, Foti (Gtt): "I torinesi tornino ad usare bus e tram: trasporto pubblico locale è sicuro"

In questi primi tre giorni bassa affluenza sui mezzi pubblici, pari al 10%-20% di quella pre-emergenza

Fase 2, Foti (Gtt): "I torinesi tornino ad usare bus e tram: trasporto pubblico locale è sicuro"

Vogliamo che i torinesi tornino ad utilizzare bus e tram: come azienda stiamo facendo di tutto per renderli accoglienti e sicuri. Vogliamo convincere i cittadini che il trasporto pubblico locale è sicuro”. A fornire questa rassicurazione è l’Amministratore Delegato di Gtt, Giovanni Foti, intervenuto nel pomeriggio in Commissione per fare un bilancio dei primi giorni di Fase 2 della mobilità cittadina.

Foti ha confermato che da lunedì ad oggi l’affluenza sui pullman, tram e metro – complice probabilmente la paura e la prudenza – è piuttosto bassa. Sulle linee si è registrato dal 10% al 20% dei passeggeri pre-emergenza, con punte di carico del 30%-35% sul 4 dove sono presenti 28 vetture. "In quest’ultimo caso - ha spiegato l’Amministratore Delegato - i problemi maggiori si registrano da Porta Palazzo verso nord: stiamo pensando di rinforzare questa linea con bus da 18 metri".

I numeri – ha proseguito –  dei viaggiatori sono coerenti con il panorama nazionale. Tutte le volte che si crea una maggior affluenza, l’autista preme un tasto che avvisa la centrale operativa: quest’ultima contatta poi le forze dell’ordine”.

 

Foti ha ricordato poi le misure di sicurezza adottate durante l’emergenza Coronavirus, come “cartelli informativi, i segni a terra per indicare la distanza di un metro. Abbiamo poi realizzato un tutorial in rete per spiegare ai nostri cittadini come utilizzare i mezzi. Da domani le informazioni sonore, che inviteranno tutti a mettere le mascherine e rispettare le distanze, saranno diffuse anche sui bus nuovi”.

Sul fronte della disabilità l’azienda di trasporto pubblico ha ribadito la sua attenzione, anche nel periodo dell’emergenza. “I video diffusi in internet – hanno spiegato - sono stati sottotitolati per chi ha difficoltà uditive. Per garantire più sicurezza agli autisti, in questo momento la prima porta è chiusa: questo crea problemi ai non vedenti, che utilizzavano l’apertura anteriore come riferimento, insieme a quello fisico della palina”. “Abbiamo chiesto ai conducenti -hanno aggiunto di Gtt - di dare indicazioni ai disabili visivi di entrare dalla porta centrale, spiegandogli che ora devono scendere anche da lì come i passeggeri in sedia a rotelle”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium