/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 08 maggio 2020, 07:30

Le sale cinematografiche si riaccendono per una sera. L'ANEC: "Torneremo a far sognare"

Anche a Torino, flash mob in concomitanza con la sessantacinquesima edizione del Premio David di Donatello

Le sale cinematografiche si riaccendono per una sera. L'ANEC: "Torneremo a far sognare"

Le sale cinematografiche d'Italia "riaprono" per una sera. Accadrà oggi, in concomitanza con la sessantacinquesima edizione del Premio David di Donatello, in diretta su Rai 1, dalle ore 21. Insegne e schermi accesi, in tutte le città, per riaffermare una presenza imprescindibile per la comunità, in attesa della graduale ripresa delle proiezioni.

Il flash mob, organizzato da ANEC con hashtag #riaccendilcinema, intende lanciare un messaggio simbolico agli spettatori, agli operatori e alle istituzioni, sottolineando l’importante funzione sociale che le sale svolgono quotidianamente sul territorio come luoghi di incontro, partecipazione e scambio culturale. E richiedendo allo stesso tempo un progetto strategico per il rilancio del settore. Durante l'emergenza Coronavirus, infatti, 1.600 strutture cinematografiche hanno sospeso la loro attività, per un totale di oltre 4.000 schermi su tutto il territorio nazionale.

Al flash mob di Torino parteciperanno, tra gli altri, il Cinema Massimo e l’Ambrosio. 

Le sale cinematografiche italiane riaccendono le proprie luci con l'augurio di un ritorno alla piena normalità a nome di tutta l'industria del cinema – ha detto Mario Lorini, presidente dell’ANEC –. Vogliamo lanciare un segnale importante per ricordare a tutto il pubblico che le sale cinematografiche ci sono e attendono il momento giusto per riaprire. In quel momento, avremo bisogno di tutto il calore e la passione dei nostri spettatori”. 

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium