Leggi tutte le notizie di BACKSTAGE ›

Politica | 02 giugno 2020, 18:39

Cani in piazza D’Armi a Pinerolo: nessun divieto, ma più controlli su deiezioni e uso del guinzaglio

Intesa tra il sindaco e l’Ufficio diritti animali dopo l’incontro della scorsa settimana

Cani in piazza D’Armi a Pinerolo: nessun divieto, ma più controlli su deiezioni e uso del guinzaglio

Nessun divieto per i cani nel prato di piazza d’Armi. Il sindaco Luca Salvai ha richiuso nel cassetto l’ordinanza che doveva scattare il 25 maggio. Ma nelle prossime settimane sono previsti un maggior numero di controlli da personale volontario, come le guardie zoofile.

La decisione del primo cittadino di Pinerolo aveva fatto imbestialire diversi padroni e amici dei quattro zampe. E anche l’Ufficio diritti animali aveva reagito, dopo essere stato preso in contropiede: «Non eravamo informati di questa decisione».

Mercoledì Salvai ha incontrato i responsabili dell’Uda e si è trovata una quadra: «Abbiamo proposto di fare maggiori controlli con volontari come le guardie zoofili perché bisogna fare attenzione al problema delle deiezioni abbandonate, ma anche dei cani di grossa taglia che circolano senza guinzaglio» commenta Denis Colombo dell’Uda.

Salvai si mostra soddisfatto per la mano tesa data dallo sportello: «Ci daranno una mano per trovare chi farà i controlli ed è importante, perché abbiamo ricevuto diverse richieste di spazi verdi da parte di associazioni e le stiamo valutando: piazza D’Armi potrebbe tornare utile».

L’ordinanza del sindaco, infatti, aveva come scopo di vietare l’accesso dei cani al prato, per poter ospitare le eventuali attività di associazioni, senza dover ripulire costantemente dalle deiezioni ed evitare che cani di grossa taglia girassero indisturbati.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium