/ Eventi

Eventi | 02 giugno 2020, 18:03

Settimo Torinese dedica il 2 giugno alle vittime del Covid (VIDEO e FOTO)

Ricordati anche i ragazzi che quest'anno compiono 18 anni

Alcuni momenti della cerimonia

Alcuni momenti della cerimonia

Con l’inizio della Fase 2, dopo i lunghi giorni di lockdown, l’Italia è ripartita e così anche le celebrazioni e gli eventi istituzionali. Oggi, 2 giugno, si è tenuta a Settimo Torinese la cerimonia dell’Alzabandiera, in occasione della ricorrente Festa della Repubblica, ma soprattutto in memoria delle numerose vittime dell’infido Covid-19.

Una celebrazione diversa rispetto agli anni passati, che ha visto la ricongiunzione di tutti i rappresentanti  dell’amministrazione comunale, assessori e consiglieri, comprese la Presidente del Consiglio comunale Carmela Vizzari e la Sindaca Elena Piastra. Da sottolineare anche la presenza delle diverse Associazioni del territorio settimese: l’Associazione Nazionale Bersaglieri, la Protezione Civile, l’Associazione Nazionale Carabinieri, la Croce Rossa, l’Associazione Nazionale Alpini, e l’ANPI, che in questi mesi difficili hanno svolto un ruolo fondamentale nella gestione della città e dei cittadini.

Festa della Repubblica che, come da tradizione, è stata dedicata ai giovani neo diciottenni della città, quest’anno circa 470, i quali hanno ricevuto direttamente nelle proprie abitazioni la copia della costituzione italiana, simbolo dell’ingresso nel mondo adulto e politico, ma soprattutto simbolo di quella democrazia sulla quale l’Italia è pronta a risollevarsi e ripartire. 

Il Coronavirus ha lasciato una cicatrice indelebile nella storia della nostra Repubblica, e per questo sarà difficile da dimenticare. I lunghi mesi di silenzio passati, tuttavia, hanno sicuramente insegnato ad apprezzare maggiormente la libertà che prima del lockdown davamo per scontata, così come l’importanza del contatto sociale e degli affetti lontani.

 

Tuttavia, le difficoltà non sono ancora terminate. Accanto all’emergenza sanitaria, nei prossimi mesi si dovrà affrontare quella economica e sociale. Per questo motivo è essenziale restare uniti, sostenendoci a vicenda e ampliando il senso di comunità che ci lega come cittadini dell’Italia e del mondo, per affrontare i problemi che verranno nel migliore dei modi, venendo sì travolti, ma pronti a rialzarci un’altra volta.

Alessandro Del Vago

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium