/ Cronaca

Cronaca | 12 giugno 2020, 13:35

Nichelino, pastore tedesco tiene 'in ostaggio' i dipendenti di una ditta

Sfuggito al controllo dei padroni, il cane stava girando nella zona industriale, prima di entrare nel cortile dell'azienda. Decisivo l'intervento di Polizia locale e ufficio tutela animali

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Alla fine tutto si è concluso per il meglio, anche se non sono mancati i momenti di tensione, nel pomeriggio di ieri, giovedì 11 giugno, nella zona industriale di Nichelino. Protagonista della vicenda un pastore tedesco.

Il cane ha tenuto 'in ostaggio' per circa un'ora i dipendenti di una ditta in via Da Verrazzano. C'è voluta tutta la calma degli agenti della Polizia loocale e del personale dell'ufficio tutela animali di Nichelino per riportare la situazione sotto controllo. Il pastore tedesco era sfuggito al controllo dei padroni da un fabbricato poco lontano e stava girovagando nella zona industriale, prima di entrare nel cortile di un'azienda.

Disorientato e quasi certamente affamato, si è innervosito e ha cominciato a ringhiare ai dipendenti che, finito il turno, cercavano di tornare a casa. Se si avvicinavano alla porta, l'animale iniziava a ringhiare e aveva un fare aggressivo. Così quella decina di persone ha chiamato la polizia locale, che è intervenuta anche con i volontari dell'Enpa.

Il cane è stato isolato con un recinto costruito alla bell'è meglio sul momento, poi qualche boccone di carne lo ha sfamato. Poco più tardi il pastore tedesco è stato riconsegnato ai proprietari e tutto è finito senza problemi o feriti.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium