/ 

In Breve

| 04 luglio 2020, 13:22

Flash mob di protesta dei tifosi del Toro nei confronti del presidente Cairo: "Hai rovinato le nostre esistenze" (VIDEO)

La contestazione all'esterno dello stadio Olimpico, a poche ore dal derby: striscioni, canti e cori di alcune decine di persone nei confronti del patron granata. Era già successo due sabati fa

Flash mob di protesta dei tifosi del Toro nei confronti del presidente Cairo: "Hai rovinato le nostre esistenze" (VIDEO)

La situazione si sta facendo pesante per il presidente del Toro Urbano Cairo. Accolto come un Papa, salvatore di una società fallita poche settimane prima, nell'estate del 20025, a distanza di 15 anni sta vivendo oggi il punto più basso della sua parabola.

Una contestazione nei suoi confronti era andata in scena già due sabati fa, poche ore prima della gara contro il Parma che segnava la ripresa del campionato. Adesso il secondo flash mob di protesta organizzato all'esterno dello stadio Olimpico dai tifosi granata ha raccolto un numero di persone sicuramente più nutrito rispetto allo scorso 20 giugno, senza contare gli striscioni e le contestazioni già andate in scena nei mesi scorsi (ad iniziare da quella che precedette il debutto del 25 agosto contro il Sassuolo) ma la sostanza non è cambiata. Mentre si avvicina l'ora del derby, il pubblico del Toro ha esternato la sua rabbia nei confronti di un presidente che aveva sollevato tante aspettative, spesso deluse in questi 15 anni di grigiore dei colori granata.

Ed allora, partendo proprio dai numeri (impietosi) dei confronti con la Juve, sono stati srotolati striscioni di protesta nei confronti della proprietà: "Derby: 17 sconfitte, 3 pareggi, 1 vittoria. E stasera? Fuori le pa...!", è stato l'invinto rivolto anche ai giocatori, oltre a ricordare uno score non proprio invidiabile da quando Urbano Cairo è presidente.

"15 anni di nulla, 150 sconfitte, to be continued", si leggeva su un altro grosso striscione esposto all'esterno dello stadio, mentre quello più duro recitava: "Tra sconfitte e plusvalenze... hai rovinato le nostre esistenze!", con un corollario di cori non esattamente oxfordiani, con insulti ed inviti a passare la mano da parte della presidenza.

L'area è stata presidiata dalle forze dell'ordine, ma tutto si è svolto in modo pacifico e senza tensioni. Gli organizzatori hanno promesso che la protesta andrà avanti e conoscerà nuove puntate: insomma questo refrain rischia di diventare un ritornello che sentiremo a lungo, specie se le cose per il Torino dovessero continuare ad andare male.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium