/ Attualità

Attualità | 11 luglio 2020, 23:40

L'Atalanta dà spettacolo, Ronaldo la riacciuffa su rigore: allo Stadium un 2-2 tricolore

Gli uomini di Sarri vanno sotto due volte con Zapata e Malinovskyi: Ronaldo non ci sta e riprende il match con due rigori impeccabili

L'Atalanta dà spettacolo, Ronaldo la riacciuffa su rigore: allo Stadium un 2-2 tricolore

Un pareggio dal dischetto, dal sapore tricolore. L'Atalanta sogna, incanta, spaventa la Juve ma deve fare i conti con un killer chiamato Cristiano Ronaldo. All'Allianz Stadium il primo tempo è tutto a tinte nerazzurre, con la Dea padrona del campo. Sarri sceglie una mediana di muscoli, con Matuidi al posto di Pjanic ma la mossa non paga.

La squadra di Gasperini domina il gioco, ma Ronaldo è spietato dal dischetto e per ben due volte riesce a trafiggere il portiere avversario. Per Sarri un 2-2 importantissimo, che spezza i sogni Scudetto dell'Atalanta e allontana di un ulteriore punto la Lazio ormai scarica e provata dalla terza sconfitta consecutiva. I punti di vantaggio sulla seconda in classifica diventano così otto: le prossime partite con Sassuolo mercoledì e proprio Lazio sabato potranno rivelarsi decisive per l'assegnazione del tricolore. Se la classifica sorride ai bianconeri, rimangono però i dubbi per un gioco che stenta a decollare. La Juve si affida al suo fuoriclasse, a quel Cristiano Ronaldo che rimane una certezza assoluta. Un faro. Per ribaltare la sfida con il Lione e sognare in Champions League però, ci vorrà un altro piglio da parte della squadra.

La cronaca del match

La prima occasione della sfida è dell’Atalanta, in maglia verde rispetto al tradizionale nerazzurro: Castagne va via a Cuadrado e trova Duvan Zapata, che a pochi metri da Szczesny spreca di testa. Lo squillo della Dea non arriva a caso: gli uomini di Gasperini dominano il gioco nei primi 15 minuti del primo tempo, riversandosi nella metà campo bianconera. Al 16’ una geniale palla filtrante del Papu Gomez viene raccolta da Zapata, che resiste alla carica di Bentancur e fulmina l’estremo difensore della Juve. E’ lo 0-1 che sblocca la partita. La Vecchia Signora patisce il colpo e pare non riuscire a trovare una reazione. L’Atalanta prova ad approfittarne in più di una circostanza con Ilicic, muovendo la palla in verticale e negli spazi. Il primo tempo termina 0-1, un risultato meritato e stretto all’Atalanta. Juve mai in partita, con il solo Dybala a predicare calcio nel deserto.

Pronti, via e nella ripresa la Juve trova subito il pareggio su calcio di rigore. De Roon intercetta con il braccio un cross di Dybala, Giacomelli indica il dischetto: Ronaldo si presenta a tu per tu con Gollini e lo fulmina incrociando il destro. 1-1 e match in parità. Il gol dà linfa ai bianconeri, che iniziano a giocare colpo su colpo con la Dea. Entrambi i tecnici, dopo un’ora di gioco, si affidano a una girandola di cambi per dare energia alle squadre: Costa, Sandro e Higuain rimpiazzano Bernardeschi, Danilo e Dybala, mentre Pasalic, Malinovski e Muriel sostituiscono Ilicic, Gomez e Zapata. Al 74’ brividi per la retroguardia bianconera, con Malinovskyi che lascia partire un sinistro dal limite dell’area che si spegne di fuori di poco. La risposta è di Cr7, che qualche minuto dopo di controbalzo, a seguito di un controllo di qualità assoluta, impegna un attento Gollini. All’80’ il gol che riporta la Dea in vantaggio: Muriel trova Malinovskyi, che in area di rigore fulmina Szczesny con un destro imprendibile e porta l’Atalanta sul 1-2. La partita sembra scivolare verso un epilogo inaspettato, ma Ronaldo decide che la sfida scudetto non deve finire così: grazie al 50esimo calcio di rigore assegnato in Serie A per fallo di mano, il fuoriclasse portoghese batte ancora Gollini dal dischetto e fissa il punteggio sul 2-2 finale. Il pareggio sorride ai bianconeri, che mantengono invariato il distacco sull'Atalanta e guadagnano un punto sulla Lazio.

Juventus - Atalanta 2 - 2

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo (56’ Alex Sandro); Rabiot, Bentancur, Matuidi (81’ Ramsey); Bernardeschi (56’ Douglas Costa), Dybala (69’ Higuain), Ronaldo.


Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Palomino (75’ Caldara), Djimsiti, Toloi; Hateboer, De Roon, Freuler (75’ Tameze), Castagne; Ilicic (58’ Pasalic), Gomez (67’ Malinovskyi); Zapata (67’ Muriel).

Arbitro: Piero Giacomelli

Reti: Zapata (16’), Ronaldo (56’ rigore), Malinovskyi (80’), Ronaldo (90' rigore)


Ammoniti: Bernardeschi, Cuadrado, Pasalic, Rabiot, Hateboer.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium