/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 14 luglio 2020, 14:00

A Chieri parte l'iniziativa "Lo sconto è + buono" per rilanciare il commercio e i consumi

Dal 19 al 26 luglio chi fa acquisti in uno dei negozi aderenti alla iniziativa, con una spesa minima di 40 euro, ottiene subito uno sconto del 10%. L'assessore al Commercio Paciello: "Con le fiere la gente va in giro, con questa iniziativa noi la facciamo entrare nei negozi"

A Chieri parte l'iniziativa "Lo sconto è + buono" per rilanciare il commercio e i consumi

Per la Fase 3 il Comune di Chieri lancia una iniziativa importante, per andare incontro ai bisogni dei commercianti e aiutare anche le famiglie. Dal 19 al 26 luglio, con "Lo sconto è + buono", chi acquista nei negozi della città aderenti e fa una spesa di almeno 40 euro, ottiene immediatamente uno sconto minimo del 10%. Ma soprattutto riceve un buono di 10 euro spendibile in un altro negozio. Ed esibendo il buono, sarà possibile anche ottenere agevolazioni e sconti anche nei bar e ristoranti convenzionati.

L'obiettivo, insomma, è quello di creare un circolo virtuoso, rimettendo in moto i consumi e agevolando le vendite. 'Padrino' di questa iniziativa è l'assessore al Commercio del Comune di Chieri Luciano Paciello: "Abbiamo cercato di mettere a disposizione dei fondi, andando a recuperarli dalle pieghe del bilancio , evitando iniziative a pioggia o una tantum, che avrebbero lasciato il tempo che trovano. Con questa iniziativa, invece, puntiamo a rilanciare il commercio e le vendite dei negozi, creando un circolo virtuoso, visto che con un buono sconto si generano almeno 2 vendite sicure".

L'assessore al Commercio ha aggiunto che "compatibilmente con le risorse a disposizione, vorremmo riproporre una iniziativa simile anche in autunno o comunque prima di Natale", confidando in un esito molto positivo di questo progetto. "Le manifestazioni, le fiere e le sagre portano la gente in strada, ma noi vogliamo far entrare le persone nei negozi", ha concluso Paciello.

Soddisfatti dell'iniziativa messa in campo dall'Amministrazione anche negozianti e associazioni. Roberto Pezzini, del Comitato centro storico di Chieri, ha fatto notare che 'Lo sconto è + buono' è figlio anche "del tavolo di partenariato che era stato creato anni fa, già con la precedente giunta. A questo tavolo si era sottolineata da parte delle associazioni di categoria e del mondo economico che arrivasse un coinvolgimento pubblico, un contributo da parte del Comune. E con questa iniziativa si crea un incentivo più che utile a favorire le spese".

Poi, ovviamente, i commercianti non vogliono fermarsi qui. "Stiamo finendo di prepare una piattaforma online, studiata con una primaria ditta di Milano, che si chiamerà 'My Stores', un applicativo multimediale che creerà interattività, con la creazione di una carta digitale chierese", ha aggiunto Pezzini. "Sarà gratuita fino a fine anno per gli aderenti: con questa iniziativa e con i buoni shopping, lavorando sulla capacità di attrattività dei nostri eventi, puntiamo a coinvolgere clienti e persone che arrivano dalle realtà limitrofe e anche da Torino. Perché la rete virtuale è importante, al giorno d'oggi, ma non si può prescindere dal contatto personale, dalle fiere e dagli eventi".

Soddisfatta anche Monica Bucolo, presidente di Ascom: "Parlo a nome della categoria e come ristoratrice: l'Amministrazione si è messa in gioco, creando una opportunità interessante. Le premesse per un ottimo risultato ci sono e per questo mi auguro una forte adesione: i buoni servono per entrare nei negozi, mentre i nostri dehors e cortili saranno aperti per dare ospitalità a tutti. Perché, come amo dire, siamo a bordo della stessa nave: ma non si tratta del Titanic, mi piace pensare che sia una sorta di nuova Arca di Noè".

Per ulteriori info: https://www.comune.chieri.to.it/attivita-produttive/covid-buoni-shopping

informazione pubblicitaria

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium