Elezioni comune di Torino

 / Attualità

Attualità | 03 agosto 2020, 21:05

Vetrine abbandonate, mendicanti e negozi in vendita: il Covid ha messo in ginocchio via Cernaia [VIDEO e FOTO]

Una delle vie più belle di Torino, per posizione e presenza dei portici, si ritrova improvvisamente spoglia e abbandonata al proprio destino

Vetrine abbandonate, mendicanti e negozi in vendita: il Covid ha messo in ginocchio via Cernaia [VIDEO e FOTO]

C'è un'aria di desolazione che accompagna i torinesi che ogni giorno passeggiano per via Cernaia. Quella che potenzialmente è senza dubbio una delle vie più belle di Torino, sia per posizione che per presenza di un elemento architettonico come i portici, soffre infatti di una decadenza tanto improvvisa quanto evidente.

Da piazza XVIII Dicembre a piazza Solferino, i negozi chiusi sono sempre di più e aumentano di settimana in settimana: in via Cernaia i cartelli con scritto "vendesi" o "affittasi" locale sono ormai una presenza costante. La via da passeggio, con i portici a fare da riparo tanto dal sole quanto dalla pioggia, è diventata la casa di numerosi mendicanti, che ad ogni angolo possibile o uscita di supermercato chiedono una carità. Tra gli esercizi commerciali rimasti, alcuni non hanno nemmeno l'insegna: è il caso per esempio del centro estetico che ha preso il posto di Palestre Torino.

Se le difficoltà legate al mondo del commercio erano note da tempo, il Coronavirus ha accelerato in qualche modo il processo che ha spinto molti negozi a chiudere. Emblematico, in tal senso, il messaggio esposto fuori da uno show-room all'angolo con piazza Solferino: "Ci scusiamo con la gentile clientela per la temporanea chiusura dell'esercizio a causa dell'attuale situazione". Dall'altra parte della via, sul lato dell'ex grattacielo Rai, l'ingresso del palazzo che ospitava gli uffici dell'emittente televisiva è ormai da mesi la casa di alcuni senzatetto che lì trascorrono notte e giorno.

Da via Cernaia, tra vetrine spoglie e negozi chiusi, arriva un grido di sofferenza: il commercio è in ginocchio e con esso il tessuto sociale.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium