/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 14 settembre 2020, 07:00

Primo giorno di scuola, Gtt vara il piano straordinario: linee potenziate e 786 bus e tram in città

Più passaggi della metro, farà ricorso anche ai mezzi privati e agli NCC per garantire un mezzo pubblico al 100% degli studenti, pur rispettando l’80% di capienza dei mezzi imposto dalla Regione

Primo giorno di scuola, Gtt vara il piano straordinario: linee potenziate e 786 bus e tram in città

Più bus e tram in circolazione, passaggi della metropolitana più frequenti e noleggio dei pullman Ncc. Sono questi i cardini del piano straordinario di Gtt che scatterà oggi, 14 settembre, primo giorno di scuola.

Al fine di garantire un mezzo pubblico al 100% degli studenti, pur rispettando l’80% di capienza dei mezzi imposto dalla Regione, verranno incrementati i treni utilizzati in metropolitana, verrà predisposto l’utilizzo straordinario della massima flotta tranviaria possibile, della massima flotta automobilistica possibile compreso l’utilizzo di altri bus a noleggio e Ncc, dei vettori privati che collaborano con Gtt nella gestione del servizio urbano, verrà incrementato il numero di ore di utilizzo di tram e bus con effetto di presenza di un numero maggiore di mezzi contemporaneamente e allungamento della fascia oraria di punta.

Il risultato? 24 treni della metro in servizio, 130 tram e 656 bus, di cui 148 privati, per un totale di 786 mezzi. Le linee potenziate saranno le seguenti: 3, 4, 13, 2, 11, 17-17b, 18 e 57. Previsto il supplemento scolastico con singole corse realizzate con 19 vetture dedicate in corrispondenza dell’ingresso e dell’uscita degli studenti, oltre ai servizi aggiuntivi, che consistono in 47 turni autista aggiuntivi. Per quanto riguarda questi servizi aggiuntivi, al fine di potenziare il servizio in tempi rapidi, si è fatto ricorso anche ad autobus granturismo messi a disposizione da vettori terzi; tali veicoli, in questa fase di emergenza, saranno dotati di indicatori di linea provvisori tramite cartelli e non avranno in dotazione la postazione disabile. In caso di necessità la centrale operativa Gtt provvederà con l’invio di vettura idonea.

Gtt inoltre comunicherà ai clienti sui bus, tram, vagoni metro e treni i numeri indicativi delle persone che potranno contemporaneamente viaggiare sui mezzi. Tutti i posti a sedere potranno essere occupati. Tutto ciò ovviamente nel rispetto e applicazione del DPCM del 7 settembre scorso. 

Questo è possibile grazie e una nuova gestione della rete e a un potenziamento selettivo delle linee e delle fasce orarie dedicate a presidiare al meglio i percorsi e gli orari legati all’entrata e uscita dagli istituti scolastici, in particolare quelle linee che l’anno scorso hanno fatto registrare forti livelli di presenza” afferma Giovanni Foti, amministratore delegato Gtt.

Per l’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusil’apertura delle scuole è un banco di prova estremamente impegnativo per il sistema del trasporto pubblico locale e come tutti i soggetti coinvolti si siano impegnati per trasformare un momento di difficoltà in un’opportunità di riorganizzazione. Non tutto potrà essere perfetto il primo giorno, ma l’Agenzia della mobilità è in prima linea per monitorare le criticità e mettere in campo eventuali misure migliorative”.

Soddisfatta anche Maria Lapietra, assessora alla Mobilità della Città di Torino: “Il piano predisposto per l’avvio del nuovo anno scolastico, attraverso l'incremento di risorse per aumentare la capacità di trasporto e la frequenza di passaggi per le linee di punta nei giorni settimanali, consente di potenziare l’offerta del servizio di trasporto pubblico in modo che possa contribuire a riportare le persone a utilizzare bus e tram, garantendo al contempo sicurezza sia agli utenti sia ai dipendenti Gtt”.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium