/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 settembre 2020, 07:00

Chi chiamare se va via la luce a Torino

Può capitare che la corrente elettrica in città subisca degli sbalzi e che possa andare via del tutto: ecco cosa fare

Chi chiamare se va via la luce a Torino

 

Può capitare che la corrente elettrica in città subisca degli sbalzi e che possa andare via del tutto. In questi casi, come ci si comporta? Chi si deve chiamare per segnalare il blackout? L’importante è valutare bene la situazione. È infatti importante segnalare in maniera tempestiva la mancanza di corrente elettrica in quanto una mancanza di energia a lungo termine può comportare diversi disagi: isolamento di telefono e modem, impossibilità di ricaricare i telefoni, blocchi di caldaie e pompe idriche, nonché l’impossibilità di usare il gas per cucinare, riscaldarsi e tanto altro. In questo articolo cercheremo di capire come agire e chi chiamare se va via la luce a Torino senza farsi prendere dal panico.

Capire qual è il fornitore di energia

Per prima cosa, per segnalare un guasto non va chiamato il fornitore di energia, ma il distributore: è infatti la società distributrice che gestisce i contatori di corrente elettrica mentre il fornitore può essere diverso per tutto il vicinato in quanto scelto dal cliente finale tra le offerte migliori presenti nel mercato libero. Il distributore è l'ente responsabile del trasporto e della consegna della corrente elettrica ed è quindi anche preposto alla manutenzione di centralini, cavi e tralicci. Nel caso in cui non si conoscesse il numero verde da comporre per contattare con la società distributrice, è necessario fare riferimento al proprio fornitore di energia elettrica e gas, magari provando a parlare con un operatore. Per questo è importante conoscere qual è il proprio fornitore, e se ad esempio si tratta di Enel Energia o Enel Servizio Elettrico Nazionale, i contatti si possono trovare qui. Prima di chiamare è necessario premunirsi del proprio codice POD presente sulla bolletta, che identifica il punto di prelievo. È bene anche controllare che sia scattato il salvavita o se, una volta rianimato il contatore, questo scatta di nuovo: in questo caso si dovranno staccare le apparecchiature elettroniche che assorbono molta potenza. Sempre per essere scrupolosi, è il caso di fare una verifica nel vicinato per capire se si tratta di un problema circoscritto alla sola propria abitazione o più esteso.

Il Servizio iReti

Tra i principali distributori di energia elettrica, gas e acqua in tutto il territorio nazionale, esiste la società iReti, appartenente al Gruppo Iren. iReti è presente sui territori di Emilia-Romagna, Liguria e Piemonte per il servizio idrico mentre è presente nei comuni di Parma, Torino e Vercelli per la distribuzione, manutenzione e gestione di energia elettrica. Per questo motivo, per segnalare un guasto alla corrente elettrica di casa nella città di Torino è possibile contattare direttamente il proprio distributore di energia al numero verde 800 910101. Il pronto intervento è completamente gratuito sia da rete fissa che da cellulare e attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. L’Azienda Elettrica Municipale (AEM) Torino Distribuzione, ha portato avanti un progetto di rinnovo degli impianti che ha portato al perfezionamento, rinnovo e sviluppo delle reti di distribuzione di energia elettrica.

Segnalazione guasti illuminazione pubblica

Può capitare inoltre, passeggiando per le strade e le piazze della splendida Torino, di notare uno o più lampioni spenti; o magari si tratta proprio dell’illuminazione pubblica presente nei pressi di una fermata dell’autobus o del tram, o magari dei pali posti nella propria zona abitativa. In questi casi, lasciare che siano altri a segnalare il guasto, potrebbe dilungare i tempi di riparazione. Fare una segnalazione di guasto all’illuminazione pubblica è molto facile e si può procedere contattando il numero verde sempre attivo 800 913737. Il pronto intervento è gratuito e disponibile 24 ore su 24. Fare una segnalazione è un gesto semplice e facile ma che risolve un problema che riguarda tutti i cittadini e i turisti.

App per segnalare disservizi

È arrivata a Torino l’applicazione per smartphone per segnalare guasti all’illuminazione pubblica della città. Si chiama Luce in città ed è utile per segnalare un’anomalia in un punto luce cittadino. Grazie a quest’app non ci saranno più pali spenti per settimane: i cittadini stessi diventano in questo modo i protagonisti dello spazio urbano. Avviata dal Comune di Torino in collaborazione con la società di distribuzione Iren, l’app ha superato prima una fase sperimentale per essere ora disponibile gratuitamente per tutti gli smartphone. È possibile scaricarla dal Play Store di Google tramite questo link e dall'Apple Store in questo.

Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium