/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 settembre 2020, 09:00

Wallet per Bitcoin: cosa sono, come funzionano a quali sono i migliori

Ecco tutte le spiegazioni su come funziona un portafoglio digitale e quale sono i migliori.

Wallet per Bitcoin: cosa sono, come funzionano a quali sono i migliori

Se hai intenzione di investire in Bitcoin, ti sarai trovato a dover comprendere cosa sia un wallet e perché è importante utilizzarlo per possedere le diverse criptovalute. Di seguito ti offriremo tutte le spiegazioni su come funziona un portafoglio digitale e quale sono i migliori.

Cos'è un wallet Bitcoin

Quando acquisti un titolo su una piattaforma di brokeraggio questo viene aggiunto all'interno di un'apposita sezione che prende il nome di portafoglio, nel quale potrai evidenziare il nome dell'asset la quantità e il suo controvalore. Nel caso delle criptomonete il procedimento è diverso richiedendo la presenza del wallet. Infatti l'aspetto principale dei Bitcoin è quello di essere un prodotto virtuale, ovvero non lo potrai detenere materialmente, ma la sua esistenza è solo all'interno della rete e in particolare nel sistema di blocchi che prende il nome di Blockchain. Ciò significa che ogni volta che effettui una transazione in Bitcoin questa dovrà essere confermata dai singoli nodi e, una volta chiuso il blocco, verrà generato un codice di riferimento, che identificherà il possesso della criptovaluta. Quindi il wallet è un portafoglio virtuale ovvero il sistema attraverso cui sarà possibile leggere questo codice. Grazie ad esso potrai conservare le monete virtuali, trasferirle, acquistare Bitcoin su BitcoinGo.it e venderle. Ma come funziona il wallet? Devi considerare che in quanto portafoglio virtuale sarà presente uno specifico software il quale comunica direttamente con la Blockchain e permette di rivelare il blocco che è stato chiuso e reso immutabile.

Come funziona

Il programma quindi conterrà al suo interno due tipologie di codici, uno pubblico e uno privato. Il primo si riferisce alla transazione avvenuta all'interno della catena di blocchi e confermata dai diversi computer presenti nei nodi. La chiave privata invece è quella che ti permettere di accedere all'interno del tuo portafoglio ed è qualcosa che viene generata nel momento in cui effettui il tuo primo login. Solo attraverso di essa ti potrai collegare al wallet e in caso di smarrimento perderai tutte le monete virtuali presenti.

Come utilizzare il wallet digitale

Gestire i tuoi Bitcoin con il wallet è una procedura semplice, dato che avrai l'opportunità di svolgere diverse azioni direttamente dal computer o un altro dispositivo digitale. Ti basterà immettere la chiave privata per accedere al portafoglio, su cui evidenzierai i Bitcoin presenti ed eventuali altre criptomonete, stabilendo quale transazione effettuare. L'esecuzione non avviene sempre in maniera istantanea, dato che il wallet invierà il segnale alla catena di blocchi e questa dovrà essere confermato dagli altri computer, un procedimento che in caso di molti scambi può richiedere anche qualche minuto. Una volta chiusa la Blockchain comparirà nel portafoglio virtuale un codice di registrazione che sarà immutabile.

Le tipologie migliori di wallet Bitcoin

Come scegliere il miglior wallet digitale? Dovrai considerare il livello di sicurezza che ti offre, e la possibilità di integrarlo all'interno delle altre piattaforme. Di seguito indichiamo le migliori tipologie di portafogli virtuali.

Desktop: il software è posizionato direttamente sulla memoria del tuo computer, offrendoti una sicurezza elevata dato che i dati sono contenuti al di fuori della rete. Per evitare eventuali tentativi di sottrazione di Bitcoin sarà sempre preferibile non condividere i dati di accesso ed effettuare collegamenti solo su reti protette.

Wallet online: il portafoglio virtuale sarà disponibile online attraverso il sistema cloud, oppure direttamente all'interno del tuo broker o dell'exchange con cui operi. Anche in questo caso potrai essere tranquillo per i tuoi Bitcoin dato che l'acceso può avvenire solo tramite username, password e codice OTP.

Wallet smartphone: l'utilizzo sempre più ampio degli smartphone, ha portato alla creazione di applicazioni di wallet specifiche per i cellulari. L'accesso potrà avvenire solo se si dispone del telefono su cui si è installata l'applicazione e previa verifica di identità.

Hardware wallet: il software non è installato su un computer, ma sarà disponibile su una penna USB. È una delle versioni più sicure, dato che le transazioni verranno custodite nella penna e quindi rimarranno off-line.

Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium