/ Eventi

Eventi | 27 settembre 2020, 10:58

"Swift Heroes": torna la terza edizione dei "cervelloni" del mondo Apple

I migliori sviluppatori internazionali delle tecnologie iOS si danno appuntamento l'1 e 2 ottobre con l'evento che questa volta sarà soltanto in streaming

"Swift Heroes": torna la terza edizione dei "cervelloni" del mondo Apple

Torna Swift Heroes, l’evento che celebra il linguaggio di programmazione ideato da Apple ("Swift", appunto) per la creazione di prodotti, servizi e distribuzione dei dati per i propri dispositivi mobile.
Terza edizione che, come le due precedenti, si propone di riunire a Torino tutti i "cervelloni" che animano il mondo Apple, anche se questa volta - stante il Covid - le cose dovranno andare un po' diversamente. Tutto si svolgerà in streaming, con tanto di area espositiva virtuale per favorire il meeting one to one, networking e occasioni di business.

L'appuntamento è fissato sul calendario per 1 e 2 di ottobre ed è atteso il coinvolgimento di una folta community internazionale attenta alle nuove tendenze: 16 speaker di primo piano da ogni angolo del pianeta intervengono con talk in streaming gratuiti previa registrazione. Al momento sono oltre 600 gli iscritti, ma le "presenze" puntano a superare quota mille.

A tracciare il successo di questa formula, la torinese Synesthesia, azienda specializzata in digital experience, che garantirà tutto il lavoro "dietro le quinte".

La situazione odierna impone l’utilizzo di tecnologie agili e performanti per allestire eventi completi, professionali e con platee virtuali molto ampie: Swift Heroes propone un’esperienza dal format accessibile a chiunque, in collaborazione con partner di quattro nazioni diverse, ad alto tasso interattivo e a vocazione fortemente internazionale.

Tanti gli ospiti d'onore che scandiranno i due giorni di incontri: Spotify, Gett, MongoDB, JUST EAT, Spotify e Oxford University sono tra i nomi più interessanti. 

Gli argomenti spaziano dallo sviluppo di App per la ricerca universitaria, ai consigli sulla sicurezza per evitare di farsi hackerare e divulgare dati sensibili, o ancora la creazione di un’applicazione per abilitare la lettura dei fumetti (iComics).

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium