/ Cronaca

Cronaca | 27 ottobre 2020, 14:02

Disordini in piazza Castello, il questore di Torino: “Pagina nera per la città”

De Matteis dopo la manifestazione di ieri sera: “I commercianti non c’entrano nulla con quanto avvenuto, in strada criminali e ultrà che vivono di violenza"

Disordini in piazza Castello, il questore di Torino: “Pagina nera per la città”

“Ieri è stata una pagina nera per la storia di Torino e per l’ordine pubblico”. Lo ha detto il questore di Torino Giuseppe De Matteis, dopo i disordini di ieri sera in centro città.

“Abbiamo avuto due manifestazioni - ha spiegato De Matteis - quella di piazza Vittorio Veneto è andate bene, mentre per piazza Castello c’è stata una mobilitazione sul web gestita da più organizzazioni senza alcun preavviso. In piazza si sono ritrovate anime completamente differenti che avevano l’obiettivo di colpire il cuore della città, i commercianti non c’entrano nulla con quanto avvenuto in piazza Castello”.

Il questore ha spiegato che alla manifestazione hanno partecipato "ultrà di Juventus e Torino e altri criminali che avevano un obiettivo condiviso, ricreare situazioni di violenza. Stiamo parlando di persone che, come gli ultrà,  professionalmente vivono di violenza e che da molto tempo non avevano modo di sfogarla”.

E ancora: “Non si poteva fare di più, ma una cosa deve essere chiara, non è stata una giornata nera per via del malcontento dovuto ai provvedimenti decisi dalle istituzioni per fronteggiare la pandemia”.

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium