/ Politica

Politica | 28 ottobre 2020, 10:40

Torino in crisi per la seconda ondata, Appendino: "Dobbiamo rafforzare la rete d'emergenza e pensare a chi sta soffrendo in silenzio"

La sindaca ha poi rivolto un messaggio al Governo: "La velocità con cui intervenuto è importante, ma monitoreremo sulla capacità di erogare velocemente"

Torino in crisi per la seconda ondata, Appendino: "Dobbiamo rafforzare la rete d'emergenza e pensare a chi sta soffrendo in silenzio"

Gli occhi puntati verso la Torino ferita dai vandali che la scorsa notte hanno preso d'assalto il centro e la mente alle tante persone che davvero si ritrovano in difficoltà a causa di una crisi economica e sociali senza precedenti causata dal Covid. E' a loro che va il pensiero di Chiara Appendino, intervenuta alla trasmissione Agorà di Rai 3: "Ci sono tante persone che non manifestano ma stanno soffrendo, dobbiamo pensare anche a loro".

"Si deve scindere tra chi protesta pacificamente e piccoli gruppi organizzati che definisco delinquenti, scesi in strada per distruggere" ha affermato la sindaca. "Ci sono le persone che non vediamo, quelle delle fasce deboli che non stanno manifestando, ma sono tante e saranno soffrendo" ha sottolineato la prima cittadina, prendendo come esempio la rete di solidarietà torinese, subissata dalle richieste in continuo aumento.

Sul suo ruolo in questa situazione, Appendino ha spiegato: "Noi sindaci dobbiamo rivolgerci a chi manifesta in modo pacifico nel cercare di raccogliere le difficoltà e le paure che stanno emergendo. Le reti che abbiamo costruito nell'emergenza hanno bisogno di essere rafforzate anche con risorse economiche, se no non riusciremo a gestire questa nuova povertà che sta emergendo in modo forte".

La sindaca ha poi rivolto un messaggio a tutte le istituzioni sulla necessità di affrontare la seconda ondata all'insegna della collaborazione e unione: "I cittadini non hanno bisogno di vedere istituzioni che litigano, ma di tutele immediate: la velocità con cui il Governo è intervenuto è un messaggio importante". "C'è molta paura e molta fatica nell'affrontare e anche nel comprendere quello che sta succedendo - ha proseguito Appendino -. Per questo sono importantissime le tutele economiche: monitoreremo sula capacità del Governo di erogare velocemente, ma sono fiduciosa". 

"Non possiamo permetterci di perdere queste imprese, lavoreremo su interventi aggiuntivi da affiancare a quello che ha fatto il Governo" ha concluso la prima cittadina.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium