/ Attualità

Attualità | 28 ottobre 2020, 15:48

Coronavirus, ancora disguidi e lunghe code al pit stop di Chieri

Il disagio causato da problemi di rete: difficoltà informatiche e lentezza nel caricamento dei dati sulla piattaforma regionale

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Ancora disguidi e code durate ore al pit stop di Chieri. Sono stati problemi di rete informatica a causare i rallentamenti della mattina di oggi, mercoledì 28 ottobre.

Tutto era pronto per attivare la nuova postazione nella zona industriale per l’effettuazione dei tamponi ma purtroppo si è verificato un problema tecnico che ha rallentato l’attività di accettazione amministrativa. Nel corso della giornata l’inconveniente è stato risolto.

Nello scusarsi per i disguidi, L’Asl TO5 comunica inoltre che, al fine di garantire una corretta appropriatezza nell’effettuazione dello screening molecolare SARS COV2, e di limitare i disagi per l’attesa, a partire da domani, 29 ottobre, verrà garantita l’effettuazione del test a tutti i cittadini per i quali il proprio medico di famiglia o il Servizio di Igiene pubblica dell’Asl ha fornito specifica richiesta di effettuazione del test, attraverso la compilazione da parte dello stesso medico, della richiesta sulla piattaforma regionale CSI.

Non verrà effettuato il tampone a coloro che si recheranno spontaneamente e senza richiesta medica al pit stop.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium