/ Sanità

Sanità | 30 ottobre 2020, 17:40

L'Asl To5 riorganizza l'attività dei pit stop: nuova sede a Carmagnola e in arrivo una postazione a Nichelino

Per ridurre l’attesa in coda ed ottimizzare l’offerta, verranno individuate sessioni di pit stop dedicate solo alle prenotazioni

L'Asl To5 riorganizza l'attività dei pit stop: nuova sede a Carmagnola e in arrivo una postazione a Nichelino

Dopo i problemi dei giorni scorsi, le code interminabili e i ritardi al pit stop di Chieri, che hanno sollevato anche le lamentele dei sindaci del territorio, l'Asl To5, a partire da lunedì 2 novembre, avvierà una riorganizzazione del servizio di effettuazione dei test molecolari per la ricerca del coronavirus.

A breve verrà attivato un nuovo pit stop presso il Comune di Nichelino, che fungerà da punto di riferimento anche per la vicina Moncalieri, mentre è stata individuata una nuova sede per il pit stop di Carmagnola. La postazione, che verrà attivata a partire da lunedì prossimo,  sarà situata in Piazza Olimpiadi e sostituirà l’attuale pit stop situato in piazza Italia (ex foro boario), consentendo una miglior gestione dell’afflusso senza gravare sul traffico cittadino.

Verranno potenziati i servizi di screening e di effettuazione tamponi “Test rapidi” nelle scuole; a tal proposito verrà offerto alle scuole il servizio di test rapido effettuato da infermieri Asl, con consegna immediata dell’esito. Anche l’attività di screening nelle RSA verrà effettuato utilizzando i test rapidi (servizio già attivo).

Per quanto riguarda l’attività dei pit stop, al fine di ridurre l’attesa in coda ed ottimizzare l’offerta, riducendo l’inappropriatezza nell’esecuzione del test, verranno individuate alcune sessioni di pit stop dedicate esclusivamente alle prenotazioni. Il servizio, totalmente gestito dal SISP, è principalmente rivolto ai soggetti in via di guarigione ed ai contatti di caso, e consentirà un alleggerimento dell’afflusso ai pit stop ad accesso diretto già programmati.

Resteranno naturalmente attive tutte le attuali sedute ad accesso diretto (l’offerta complessiva resterà quindi invariata). In tal caso però gli operatori sanitari dell’Asl To5 effettueranno una sorta di “pre filtro” verificando l’effettiva presenza della richiesta in piattaforma regionale.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium