/ Eventi

Eventi | 17 novembre 2020, 09:10

Il 20 novembre una videoconferenza sulle potenzialità dei 5 laghi di Ivrea

Lo scopo del pro è valutare, conservare e valorizzare le infrastrutture verdi che possono favorire una connessione ecologica

Il lago Sirio

Il lago Sirio

“Servizi ecosistemici per territori più vivibili: il caso dei 5 Laghi di Ivrea”: se ne parlerà venerdì 20 novembre dalle 16,30 alle 19,30 nel corso di una videconferenza online in programma sulla piattaforma Cisco Webex, nell’ambito del progetto Interreg Alpine Space LUIGI. Alla videoconferenza sono stati invitati ricercatori universitari, amministratori locali e alcuni rappresentanti della stampa locale interessati alla valorizzazione di un patrimonio ambientale di rilevante valore. Dopo i saluti istituzionali è prevista una sessione di partecipazione locale, in cui è collocata la relazione sul tema “Le Infrastrutture Verdi e i servizi ecosistemici nel territorio dei 5 laghi di Ivrea e dell'Anfiteatro Morenico” curata dal dirigente della Città Metropolitana Gabriele Bovo e dal professor Riccardo Santolini dell’Università di Urbino, mentre Viviana Rubbo e Alessandro Guida di Urban Reports parleranno del “Modello partecipativo per il coinvolgimento del territorio”. Prenderanno poi la parola i sindaci del territorio, i portatori di interesse e i giornalisti locali. La sessione di presentazione del progetto si aprirà con la relazione della funzionaria della Città Metropolitana di Torino Elena Apollonio, proseguendo poi con la relazione “Le infrastrutture verdi e i servizi ecosistemici nella prospettiva del progetto LUIGI” a cura di Valentina Giombini del centro Eurac Research. Di “Impatto economico delle infrastrutture verdi e dei servizi ecosistemici nella prospettiva del progetto LUIGI” parlerà Luca Cetara della Fondazione Lombardia per l'Ambiente, mentre la relazione sui “Modelli partecipativi nella prospettiva del progetto LUIGI” sarà affidata a Guido Piccoli della Città Metropolitana di Milano-Alot srl. GLI SCOPI DEL PROGETTO LUIGI LUIGI, ovvero Linking Urban and Inner Alpine Green Infrastructures, è un progetto europeo che nasce per valutare, conservare e valorizzare le infrastrutture verdi che possono favorire una connessione ecologica, economica e culturale tra territori rurali e urbani, favorendone l’arricchimento sociale ed economico. Quattordici partner istituzionali di Germania, Slovenia, Francia, Austria, Svizzera e Italia, tra i quali la Città Metropolitana di Torino, sono impegnati a valorizzare in tutto l’arco alpino e nelle aree urbane che gli sono più vicine l'erogazione di servizi ecosistemici legati all'economia e alla cultura, coinvolgere e responsabilizzare i decisori politici locali e gli altri attori strategici, favorire e stimolare investimenti pubblici e privati sulle infrastrutture verdi. La Città Metropolitana di Torino ha scelto come area pilota il Sito di Interesse Comunitario dei 5 Laghi di Ivrea, nei Comuni di Borgofranco d’Ivrea, Burolo, Cascinette d’Ivrea, Chiaverano, Ivrea e Montalto Dora, un’area di 1.599 ettari dichiarata Zona Speciale di Conservazione nel 2016 e gestita dalla Città Metropolitana di Torino dal 2018.Grazie al progetto LUIGI l’analisi dei servizi ecosistemici garantiti dai 5 Laghi - oggi e in un auspicabile futuro - sarà affiancata da azioni di gestione e tutela condivise con tutti gli attori del territorio e con gli agricoltori, che saranno affiancati nell’adozione di pratiche colturali che garantiscano la salvaguardia e la produzione dei servizi ecosistemici. I Cinque Laghi della Serra sono un patrimonio naturale della cui importanza e delle cui potenzialità il territorio sta prendendo coscienza.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium