/ Cronaca

Cronaca | 22 novembre 2020, 13:15

Barriera di Milano, due arresti in 24 ore da parte della polizia

Uno per tentata rapina e lesioni aggravate e l’altro per violazione della Legge sugli stupefacenti

Barriera di Milano, due arresti in 24 ore da parte della polizia

 

 

Nella notte di venerdì, personale del Commissariato Barriera di Milano ha notato in Largo Giulio Cesare due persone litigare animatamente. Gli agenti hanno visto uno dei due colpire l'altro con un coccio di bottiglia e ferirlo al capo. Sono quindi intervenuti immediatamente ponendo fine all’aggressione e arrestando il responsabile, un nigeriano di 23 anni, reo di aver tentato di rapinare il telefonino alla controparte, un senegalese; al rifiuto di questi a dargli il telefonino, lo aveva colpito col collo di una bottiglia cagionandogli una ferita al volto giudicata guaribile in almeno 12 giorni.

Alle 19.30 dello stesso giorno, grazie a una segnalazione giunta su Youpol in merito a un'attività di spaccio in via Masserano, i poliziotti hanno invece arrestato un ventenne di nazionalità gabonese. Il giovane, irregolare, alla vista della pattuglia di Polizia si era dato alla fuga lungo corso Regina Margherita e, giunto in via Salerno angolo via Maria Ausiliatrice, era stato visto chiaramente ingerire delle dosi di sostanza stupefacente. Dagli accertamenti svolti a suo carico, oltre ad alcuni arresti per la stessa tipologia di reato, il giovane è risultato colpito da ordine di espulsione dal territorio nazionale a far data dal 20 ottobre 2020. E’ stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e sanzionato per il mancato rispetto della normativa volta al contenimento della pandemia da Covid-19.

 

 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium