Eventi - 26 novembre 2020, 14:00

Il Salone del Libro riconquista le librerie con 180 editori, Lagioia: "Battaglia per la lettura è battaglia di civiltà"

Presentato il nuovo format "Vita Nova" Dal 4 dicembre al 7 gennaio saranno distribuiti 12 mila buoni spesa a studenti. Online un ciclo di grandi "lezioni" sui contrasti dai principali teatri italiani

Il Salone del Libro riconquista le librerie con 180 editori, Lagioia: "Battaglia per la lettura è battaglia di civiltà"

Saranno due le anime di "Vita Nova", nuovo format del Salone del Libro, dal 4 dicembre al 7 gennaio, che anticipa la trentatreesima edizione in programma nel maggio 2021. 

La prima coinvolgerà attivamente il territorio torinese, creando una grande rete tra 34 librerie, indipendenti e di catena, che accoglieranno 180 editori partecipanti per la promozione di oltre 700 titoli in spazi dedicati, allestiti ad hoc. A questo si aggiungono 12 mila "Buoni da leggere", del valore di 10 euro, distribuiti ai giovani tra i 14 e i 25 anni, residenti o domiciliati in Piemonte, da spendere per l'acquisto di volumi negli esercizi commerciali aderenti. Un'opportunità estesa anche ai primi lettori che, da lunedì 30 novembre, si iscriveranno a SalTo+, nuova piattaforma digitale della community libraria. Inoltre, per i docenti delle scuole d’infanzia, delle scuole primarie e secondarie di primo grado, l’iniziativa destina un carnet di dieci buoni per inaugurare o arricchire le biblioteche di classe.

Sul piano digitale, invece, il Salone curerà 20 lezioni di grandi autori e autrici italiani e internazionali - di cui una seleziona pensata per gli studenti -, che ruoteranno attorno a coppie di concetti agli antipodi, o percepiti come contrapposti, con l’obiettivo di dimostrare che la realtà non è un elenco di contrari, ma di elementi da integrare, riconciliare e comprendere. Alcuni nomi: Alberto Angelo su Antico-Moderno, Paolo Giordano su Cura-Malattia, Roberto Saviano su Sud-Nord, Richard Baldwin su Uomo-Macchina, Emma Dante su Famiglia-Partenogenesi e Letizia Battaglia su Vita-Morte. 

Alcuni di questi incontri -  tradotti in LIS e trasmessi gratuitamente in live streaming sul sito, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube ufficiali - saranno ospitati nei più prestigiosi teatri nazionali. A Torino, sarà coinvolto l'Astra

Rilevante anche lo spazio riservato alle scuole. Oltre alle lezioni pensate per studenti di tutte le età, in programma nella mattinata di venerdì 4 dicembre grazie alla collaborazione con la Fondazione Compagnia di San Paolo, sono in calendario anche una serie di iniziative mirate, realizzate grazie al supporto di importanti partner del Salone, tra i quali il MIBACT Centro per il Libro e la Lettura, la Fondazione Compagnia di San Paolo, l’Associazione delle Fondazioni di Origine Bancaria del Piemonte. Tra queste il primo modulo di "Educare alla lettura", con sei appuntamenti online dal 3 al 16 dicembre (oltre 1000 richieste di partecipazione in soli cinque giorni), e "Adotta un libro". Grazie al contributo dell'Associazione delle Fondazioni di Origine Bancaria del Piemonte, il Salone del Libro stamperà, in un'edizione dedicata, 4 mila copie di un grande classico della letteratura da distribuire gratuitamente alle classi quarte delle scuole superiori. 

L’illustrazione del manifesto di "Vita Nova" è stata realizzata da Elisa Seitzinger, illustratrice, artista visiva e docente di morfologia e dinamica della forma all’Istituto Europeo di Design di Torino, che curerà anche l’illustrazione del manifesto ufficiale della prossima edizione. 

Durante il primo lockdown – ha ricordato il direttore del Salone Nicola Lagioia -, il Salone è stato tra i primi eventi a trasferirsi online. Ma ora la situazione è cambiata, in questo secondo lockdown le librerie restano aperte anche nelle zone rosse perché i libri sono stati considerati dal ministero beni essenziali”.

E ha concluso: "In questo periodo i libri hanno dimostrato una grande capacità di resistenza, rispetto al dramma che ci ha travolti. Il settore non si è fermato, i lettori hanno viglia di andare in libreria e trovare nel libro un rifugio, uno strumento per capire la complessità che stiamo vivendo. La nostra battaglia per la lettura è una battaglia di civiltà".

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU