/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 29 novembre 2020, 10:00

Studenti pinerolesi raccontano la Didattica a distanza tra comicità e risvolti drammatici

Il cortometraggio realizzato dall’associazione Baracca & Burattini ha chiuso un convegno sull’insegnamento in situazione di emergenza

Studenti pinerolesi raccontano la Didattica a distanza tra comicità e risvolti drammatici

Un soggetto e una sceneggiatura collettiva per un cortometraggio sulla didattica a distanza con i ragazzi come protagonisti che ne mettono in luce gli aspetti comici e al tempo stesso drammatici. “404 - page not found” è il film scritto, girato e interpretato dall’associazione pinerolese Baracca & Burattini: scuola per giovani attori e tecnici di scena che affronta tutti i mestieri del teatro. L’associazione è composta da ragazzi tra i 13 e 20 anni e adulti che si occupano della formazione, Roberto Ferraris, professore del Liceo artistico Buniva, è uno di loro: «La pagina di errore 404 compare quando un sito non è stato trovato e ben rappresenta le frustrazioni provate da studenti e insegnanti durante l’esperienza di didattica a distanza: la scuola è luogo di relazioni e diversità non può ridursi a un monitor».

Lo spettacolo, ideato durante il primo lockdown, doveva raccontare l’esperienza a posteriori ma le riprese nelle camere dei ragazzi sono terminate poco prima che il Piemonte diventasse zona rossa e che quindi venissero di nuovo sospese le lezioni. «Il 14 novembre i ragazzi avrebbero dovuto chiudere con una performance teatrale il convegno dell’associazione “La Casa degli Insegnanti” di Torino proprio sul tema dell’insegnamento in situazione di emergenza – racconta Ferraris –. Data la situazione però l’incontro si è trasferito online e la nostra performance è diventata un cortometraggio».

Il risultato dell’esperimento è stato talmente soddisfacente che Baracca & Burattini ha deciso di inaugurare un laboratorio di recitazione cinematografica: «È stato incredibile: il soggetto e la sceneggiatura sono diventati collettivi, i ragazzi stessi hanno raccontato nelle loro clip e nei loro filmati, ciò che è succede durante la didattica a distanza».

L’effetto è comico, surreale, ma non troppo lontano dalla realtà come testimonia Ferraris: «C’è, ad esempio, il ragazzo che dorme nonostante ciò che succede durante la lezione, oppure le ragazze che si passano la piastra tra i capelli... Quando ho visto le scene ho commentato dicendo che erano situazioni assurde, surreali. Ma sono stati gli stessi studenti a farmi capire che, invece, è tutto molto simile a ciò che accade realmente». Nonostante la comicità, il cortometraggio spinge a riflettere sull’effetto del confinamento sugli adolescenti: «Durante le lezioni in presenza che siamo riusciti svolgere ad inizio anno scolastico gli abbiamo ritrovati spenti, depressi, proprio in un periodo della vita che dovrebbe essere caratterizzata da entusiasmi».

È possibile vedere “404 - page not found” su You Tube, cliccando qui.

Elisa Rollino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium