/ Pronto condominio

Pronto condominio | 01 dicembre 2020, 09:40

Spese condominiali non pagate, il ruolo dell'amministratore

Obbligo di anticipazione da parte dei condomini adempienti: insussistenza

Spese condominiali non pagate, il ruolo dell'amministratore

Frequentemente in un condominio si riscontrano delle situazioni di morosità in relazione al pagamento di quote ordinarie e straordinarie.

Lo Studio Bruma – Amministrazione Stabili e Facility Service di Via Montanaro 17/5 a Grugliasco chiarisce:

In primo luogo bisogna fare riferimento all'amministratore.

Egli, infatti, è tenuto a riscuotere i contributi condominiali e per fare ciò, la legge gli consente "in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea", di agire per le vie giudiziali al fine di "ottenere decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione" e senza necessità di preventiva autorizzazione assembleare (art. 63, primo comma, disp. att. c.c.).

Il codice civile, quindi, ha posto nelle mani del mandatario dei condomini un utile strumento di tutela dei loro interessi.

Nonostante la pregnanza di tali facoltà può accadere che, i normali tempi tecnici di riscossione coattiva dei crediti condominiali (ottenimento dell'ingiunzione di pagamento, notificazione, esecuzione forzata) mal si concilino con la necessità di disporre di somme di denaro per il pagamento tempestivo dei fornitori condominiali.

In sostanza in queste circostanze, nel silenzio della legge, o meglio, nell'impossibilità per l'amministratore di chiedere ai condomini, sulla base di una disposizione legislativa, l'anticipazione delle somme da recuperare dal comproprietario moroso, sono due le possibili soluzioni:

a) assembleare, vale a dire un accordo tra tutti i condomini (eccezion fatta per il condomino o i condomini morosi) per coprire la quota spese mancante, salvo rimborso al termine della procedura di recupero;

b) regolamentare, ossia una clausola del regolamento di condominio contrattuale che preveda un qualcosa di simile alla deliberazione di cui si è detto nel precedente punto a);

c) in via del tutto straordinaria ed urgente, un contributo speciale una tantum per far fronte a situazioni che rischiano di creare disservizi seri per il condominio.

Per maggiori informazioni e per ricevere aggiornamenti sul condominio, segui la Rubrica “Pronto Condominio” e contatta lo Studio Bruma – Amministrazione Stabili e Facility Service:

Claudio Bruno (Amministratore)

ANAPI – Associazione Nazionale Amministratori Professionisti di Immobili 

Via Montanaro 17/5, 10095 Grugliasco

Cell: 329 190 3376

Fisso: 011 446 17 18

E-mail: Amministrazione-Bruno@Outlook.it

Pec: Claudiobruno@pecmail.me

Sito Internet: www.Studiobruma.it

informazione pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium