ELEZIONI REGIONALI
 / Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 02 dicembre 2020, 14:53

Regio, le Rsu rispondono alle sindaca: "L'accordo non è dignitoso, 35 lavoratori sono ancora fuori"

Le sigle sindacali ammettono: "Forse questo è il miglior accordo possibile, ma riteniamo 'offensive' le dichiarazioni troppo entusiastiche di Appendino. La Città si faccia carico di chi è rimasto a casa"

Regio, le Rsu rispondono alle sindaca: "L'accordo non è dignitoso, 35 lavoratori sono ancora fuori"

"Invece di parlare, con rivendicazioni entusiastiche, di accordo dignitoso per i lavoratori precari, 35 dei quali devono ancora aprire il confronto con l'ente, in quanto solo una trentina sono stati regolarizzati, la sindaca Appendino bene farebbe a chiedere scusa ai lavoratori del Regio, per una gestione improvvida, presuntuosa e abborracciata che ha gettato nel baratro della disorganizzazione l'ente e i suoi lavoratori". Lo dichiarano le Rsu del Teatro Regio di Torino a seguito della firma dell'accordo tra sindacati e vertici dell'ente

"E' necessario dire alla sindaca, che a giugno dichiarava che al Regio non ci sarebbe stata macelleria sociale - aggiungono le Rsa in una nota - che la dignità dei lavoratori non è sancita da questo accordo, ma dalla professionalità con cui hanno operato in forma precaria per molti, troppi anni, 10, 15 e anche 20. L'accordo è quanto di meglio, o semmai di meno peggio, abbiano saputo ottenere le parti sociali, in un confronto lungo e sofferto. Ma le responsabilità della sindaca restano tutte e le dichiarazioni sue e dell'assessora Leon di questi giorni sono 'offensive'". Le Rsu ricordano che "la sindaca non è più presidente della Fondazione, avendo lei deciso il commissariamento, ma la Città ne è socio fondatore: sia parte attiva nel farsi carico di quei lavoratori che oggi, in piena epidemia e dopo decenni di lavoro, vengono messi alla porta".

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium