/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 04 dicembre 2020, 07:13

Gtt rivoluziona i centri cliente: chiude l'ufficio di Porta Susa, nuovo spazio in piazza Caio Mario

Il centro servizi al cliente della stazione chiuderà domenica. Dal 14 dicembre spazi nuovi nel parcheggio Caio Mario

Gtt rivoluziona i centri cliente: chiude l'ufficio di Porta Susa, nuovo spazio in piazza Caio Mario

Un ufficio chiude, un altro nuovo apre e un terzo cambia volto. E' una mini rivoluzione quella messa in atto da Gtt per quanto riguarda i centri servizi al cliente.

Dopo la riapertura dell'8 giugno scorso con prassi completamente nuove dettate dall'emergenza Covid, l'azienda che si occupa del servizio trasporti per conto della Città di Torino sta riorganizzando gli spazi con lo scopo di aumentare le prestazioni offerte, garantire una maggiore diffusione sul territorio e allo stesso tempo ridurre i costi relativi all’affitto di stabili non di proprietà.

Per queste ragioni dal 14 dicembre aprirà il nuovo Centro nella palazzina servizi del parcheggio Caio Mario, che sull’asse delle linee 4 e 10 servirà la zona sud della Città.

Il Centro di Porta Susa, posto al primo piano della stazione ferroviaria, sarà trasferito nella sede storica di Corso Francia 6, a sole due fermata di metropolitana dall’attuale (stazione: Principi D’Acaja): per consentire il trasloco e il lavori di sistemazione del Centro Servizi in Corso Francia, il Centro di Porta Susa chiuderà definitivamente domenica 6 dicembre.

Il nuovo Centro di Corso Francia 6 riaprirà il 21 dicembre con un servizio potenziato, ma sino ad allora rimarrà comunque attivo l’attuale ufficio sito nel medesimo stabile. Per tutto il mese dicembre saranno anche aperti al massimo della potenzialità (nel rispetto delle regole covid) i Centri di Servizi al Cliente di Porta Nuova e Turati.
Ciò che non cambia rispetto a quest'estate sono le modalità di accesso ai centri servizi: i clienti accedono su appuntamento tramite l’App di prenotazione U-First e possono usufruire di un servizio specializzato per le pratiche più complesse.

GTT ha operato in modo tale da minimizzare i disagi per la clientela concentrando queste attività di riorganizzazione in un mese di dicembre caratterizzato da una riduzioni degli spostamenti e da restrizioni imposte dal DPCM che hanno di fatto limitato la necessità delle persone di usufruire dei servizi GTT. L’obiettivo è quello di essere pronti per la riapertura scuole di gennaio con un servizio al cliente completo ed efficiente e integrato tra canali di vendita e assistenza.

Continua a crescere il numero di persone che decidono di utilizzare l’e-commerce GTT per rinnovare il proprio abbonamento; il sito web da giugno a oggi si è arricchito di nuovi servizi per TPL e sosta e metodi di pagamento come PayPal, diventando il primo canale di vendita di abbonamenti under 26 GTT (il 52% degli abbonamenti GTT under 26 nel 2020 è stato acquistato sul canale E-commerce).

Questo risultato, frutto di investimenti mirati e di una politica di sviluppo dei canali di vendita meno tradizionali, contribuisce al rinnovamento dei Centri di Servizi al Cliente che, senza l’impegno della vendita diretta degli abbonamenti, potranno dedicarsi con più attenzione all’assistenza post vendita e alla gestione delle pratiche più complesse.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium