/ Eventi

Eventi | 06 dicembre 2020, 17:22

Fiabe della buonanotte e chiacchiere a tu per tu: la Casa del Teatro parla in podcast ai più piccoli

Inizia domani il progetto "Pod Stories", un palinsesto di pillole audio, appuntamenti musicali per conoscere i grandi compositori, interviste e tanto altro ancora

Fiabe della buonanotte e chiacchiere a tu per tu: la Casa del Teatro parla in podcast ai più piccoli

La voce degli attori della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani entrerà da domani nelle case del pubblico. E' l'ultima iniziativa della Fondazione TRG in risposta al periodo difficile che il mondo della cultura sta vivendo: un nuovo progetto che, oltre a consentire al teatro di mantenere un legame stretto con i propri spettatori, offrirà agli artisti nuovi e stimolanti percorsi di creazione e sperimentazione, garantendo comunque un livello occupazionale nella difficile situazione che stiamo vivendo.

Saranno disponibili pillole audio di teatro, fiabe della buonanotte, appuntamenti musicali alla scoperta dei grandi compositori, interviste e tanto altro ancora.  

"La poca interazione con i nostri spettatori - spiega Emiliano Bronzino, direttore della Fondazione TRG - è stato uno dei limiti alla creazione di contenuti che abbiamo verificato nel primo periodo di emergenza. L’idea di creare un flusso di contenuti unidirezionali ci ha permesso di mantenere il rapporto con il nostro pubblico, ma ha snaturato profondamente l’interscambio vivo che lo spettacolo per le nuove generazioni riesce a creare".

"Abbiamo pensato alla radio - prosegue - perché la voce che racconta e dialoga, che uno strumento come quello radiofonico offre, ci permette di tornare a sperimentare un rapporto diretto con il nostro pubblico, di creare una narrazione che vive dei contributi e della interazione degli ascoltatori. Questo palinsesto di podcast radiofonici, creati in parte direttamente con il nostro pubblico, si basa proprio sull’idea che lo spettacolo dal vivo viva del rapporto tra palco e platea". 

E conclude: "In questo momento di crisi delle relazioni, in cui l’emergenza supera qualsiasi progettazione, ci sembra fondamentale offrire alla nostra comunità anche dei momenti di approfondimento e di confronto partecipato. Il compito di un teatro che si rivolge alle nuove generazioni è quello di ragionare sul mondo che verrà; per essere preparati, ma soprattutto perché sarà il mondo in cui il nostro pubblico vivrà". 

Per un mese, fino a domenica 10 gennaio 2021, saranno previsti cinque appuntamenti settimanali dal lunedì al venerdì dedicati ai più piccoli per accompagnarli a nanna. Il programma si chiamerà FILA A NANNA. Gli attori leggeranno alcune delle Fiabe Italiane, la raccolta di fiabe dei dialetti e della tradizione popolare, riscritte da Italo Calvino. Gli ascoltatori non dovranno fare altro che aver già lavato i denti, indossato il pigiama e aver posato la testa sul cuscino.

Parallelamente, a partire da sabato 12 dicembre, partirà ORECCHIE A TEATRO A tu per tu sul palco, in cui si avrà la possibilità di ascoltare le voci degli artisti delle compagnie storiche della  Casa del Teatro, intervistati dagli attori Claudio Dughera e Daniel Lascar. Queste conversazioni racconteranno il mondo del teatro, sottolineando in particolare il ruolo educativi per le nuove generazioni nel contribuire a creare un mondo migliore. 

Dopo il periodo natalizio, saranno realizzati delle serie di appuntamenti dedicati alle scuole primarie e secondarie, dei racconti audio-teatrali, tratti da diversi autori della letteratura per i ragazzi e racconti intorno a grandi figure della musica, dei momenti che aiutino a riflettere su mondo che viviamo. Oltre a questi contenuti le classi potranno dialogare da remoto con gli autori degli audio-teatrali per approfondire i temi trattati, suggerire possibili giochi da svolgere in aula per studiare meglio, anche attraverso il proprio corpo. 

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium