Dalla padella alla brace | 13 dicembre 2020, 07:09

LA RICETTA - Crostata cioccolato, gianduia e nocciole

E' per antonomasia uno dei dolci tipici piemontesi che a tavola non deludono mai

LA RICETTA - Crostata cioccolato, gianduia e nocciole

Semplice, veloce e gustosa, la torta gianduia è per antonomasia uno dei dolci tipici piemontesi che a tavola non deludono mai.

La farcitura, all’interno di una friabile e allo stesso tempo croccante pasta frolla, è una morbida crema al cioccolato mescolata con le preziosissime Nocciole Tonde Gentili DOP del Piemonte che la rendono ancora più golosa.

Perfetta da servire in ogni momento della giornata: ottima sia per la colazione che per la merenda. Si può mangiare tutto l'anno anche se raccoglie il suo massimo favore nella stagione invernale quando può essere gustata anche tiepida accompagnata da una bevanda calda come un caffè o una tazza di tè aromatizzato.

Per i più esigenti, questo appetitoso dessert, può essere abbinato ad un freschissimo Moscato Passito d’Asti DOCG, vitigno moscato bianco 100%, dal colore ambrato, con sentori dominanti di frutta secca e miele. Al palato è dolce, morbido ed equilibrato.

Temperatura di servizio intorno ai 10°.

 

CROSTATA CIOCCOLATO, GIANDUIA E NOCCIOLE

 

Ingredienti: Per la pasta frolla: 250 gr di farina 00, 125 gr di burro morbido, 150 zucchero , 1 uovo, 1 pizzico di sale.

Per il ripieno: 200 gr di Nocciole Tonde Gentili DOP tritate finemente, 150 ml di panna fresca, 150 gr di cioccolato gianduia, 2 uova, 2 tuorli d'uovo.

Preparazione: Preparate la pasta frolla: lavorate con una frusta lo zucchero e il burro morbido fino ad ottenere una consistenza simile ad una pomata. Aggiungete l’uovo e mescolate velocemente. Incorporate poi la farina e il sale. Mescolate di nuovo ma senza lavorare troppo l’impasto. Appiattitelo, avvolgetelo nella pellicola alimentare e mettete in frigorifero a riposare.

Stendete la pasta frolla fino ad ottenere una sfoglia dallo spessore di circa 4/5 mm. Rivestiteci una teglia da 26 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata. Eliminate con un coltello la parte di frolla in eccesso e bucherellate il fondo della crostata con i rebbi di una forchetta.

Tagliate il cioccolato gianduia a pezzetti e scioglietelo a bagnomaria. Nel frattempo, mescolate in una terrina le nocciole tritate, la panna, i tuorli e le uova. Incorporate poi il cioccolato sciolto e mescolate. Versate la crema nel tortiera rivestita di frolla e infornate per 35-40 minuti a 180° circa.

Una volta sfornata lasciatela raffreddare e al momento di servirla spolverizzatela con dello zucchero a velo.

Realizzato da Giada Olivero in collaborazione con il Docente Santo Corridore

Istituto per l'Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera "Norberto BOBBIO"

Leggi tutte le notizie di DALLA PADELLA ALLA BRACE ›

Istituto di Istruzione Superiore "Norberto BOBBIO"

L’Istituto per l'Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera "Norberto BOBBIO" di Carignano (Torino) nasce nell’anno scolastico 2003-2004. Offre agli studenti la possibilità di intervenire nella valorizzazione, trasformazione e presentazione dei prodotti promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando così le nuove tendenze nell’arte culinaria e vinicola. Tra le attività caratterizzanti, la scuola dispone di un ristorante didattico finalizzato alla formazione degli studenti in una situazione lavorativa reale tramite il confronto con una clientela esterna.

Dalla padella alla brace
Lo scopo di questa rubrica è di fornire ai lettori idee semplici, gustose e innovative per preparare piatti che mantengano viva la tradizione pur senza mai perdere di vista lo spreco, piaga per la società e l'ambiente. Direttamente dalle migliori idee e preparazioni firmate dai nostri studenti.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium