/ Cronaca

Cronaca | 29 dicembre 2020, 19:44

Pugno duro contro le occupazioni abusive degli alloggi Atc: sgomberi entro un mese

Esulta Maurizio Marrone: “Prima gli sgomberi venivano rinviati in eterno, ora invece i servizi sociali avranno un mese per valutare eventuali soluzioni abitative alternative, ma poi le case popolari dovranno essere inderogabilmente liberate per essere consegnate ai legittimi assegnatari”

La firma del protocollo d’Intesa per la prevenzione ed il contrasto alle occupazioni abusive di alloggi di edilizia residenziale pubblica

La firma del protocollo

Interventi di prevenzione e controllo, azioni mirate al recupero degli alloggi occupati sine titulo, aggiornamento di tutte le misure di difesa passiva per la prevenzione e tutela di immobili temporaneamente inutilizzati. Sono questi i punti principali del Protocollo d’Intesa per la prevenzione ed il contrasto alle occupazioni abusive di alloggi di edilizia residenziale pubblica che è stato firmato oggi, 29 dicembre a Torino dal Prefetto Claudio Palomba, dall’Assessore alle Politiche sociali della Regione Piemonte Chiara Caucino, dalla Vice Sindaca e Assessora al Welfare del Comune di Torino Sonia Schellino e dal Presidente ATC Piemonte Centrale Emilio Bolla.

Il documento istituisce un Tavolo Tecnico Interistituzionale permanente coordinato dalla prefettura che si riunirà a cadenza almeno mensile. La prefettura di Torino, in particolare, attraverso il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, si impegna ad effettuare un monitoraggio continuo su ogni area che presenti criticità degne di attenzione e che saranno oggetto di valutazione da parte del Tavolo Tecnico.

Sono state, inoltre, riviste le procedure degli sgomberi per renderli più efficaci e mirati, anche con il supporto dei Servizi sociali del Comune di Torino per l’accompagnamento di nuclei in reale stato di necessità.

Soddisfatto l’assessore alla semplificazione dei percorsi amministrativi, Maurizio Marrone: “Dopo l’approvazione in Consiglio Regionale dell’emendamento sul sequestro delle roulotte/camper abusivi, abbiamo approvato in Giunta la delibera sul protocollo con la Prefettura di Torino per gli sgomberi delle case popolari illecitamente occupate: abbiamo ottenuto di inserire il termine massimo di un mese per l’esecuzione degli sgomberi quando negli alloggi ATC occupati vengano trovate persone in condizioni di fragilità sociale”. 

Marrone spiega poi nel dettaglio il provvedimento: “In questo caso prima gli sgomberi venivano rinviati in eterno, ora invece i servizi sociali avranno un mese per valutare eventuali soluzioni abitative alternative, ma poi le case popolari dovranno essere inderogabilmente liberate per essere consegnate ai legittimi assegnatari che ne hanno diritto”.

Si tratta di una situazione sotto controllo ma che potrebbe peggiorare in brevissimo tempo - spiega l’assessore regionale al Welfare Chiara Caucino - e che quindi necessita di un intervento coordinato e mirato: da un lato a prevenire fenomeni di illegalità come l’occupazione abusiva degli alloggi e dall’altro a sostenere, allo stesso tempo, le famiglie più fragili e le vittime delle nuove povertà, ovvero tutte quelle persone che la pandemia ha ridotto letteralmente sul lastrico”.

Per questo - prosegue Caucino - il tavolo regionale ha lavorato sia sulle misure di prevenzione e contrasto di questo fenomeno, ma anche sulla verifica di possibili modifiche normative e regolamentari alla legislazione regionale in materia, per agevolare possibili soluzioni al problema. Il nostro obiettivo è combattere l’illegalità, ma anche essere vicino ai più fragili e ai più deboli. Nessuno deve essere lasciato indietro o solo”.

A. Par

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium