/ Settimo

Settimo | 04 gennaio 2021, 12:12

Il Consiglio di Settimo boccia la Web Tax, Maugeri: "La maggioranza ha preferito parteggiare per i colossi dell’e-commerce"

L'obiettivo della Regione è aumentare la tassazione per i giganti del commercio on line

Settimo Torinese boccia la web tax

Foto di repertorio

Bocciato dal consiglio comunale di Settimo, lo scorso 30 dicembre, l’ordine del giorno presentato dal gruppo della Lega a sostegno della proposta di legge al parlamento per l’introduzione di una Web Tax, messa a punto dalla Regione Piemonte. 

"Il Partito Democratico, a Settimo, si schiera dalla parte dei grandi colossi del web, invece di prendere le difese di artigiani e commercio di prossimità, commenta Andrea Cerutti, vicepresidente della Lega in consiglio regionale.

"Obiettivo della Regione - spiega - è di far arrivare in parlamento un aumento della tassazione per i giganti del commercio online con un ricavo superiore ai 750 milioni l’anno. Si passerebbe dall’attuale 3%, previsto dalla legge di bilancio 2019, ad un 15% in tempi normali e ad un 30% per tutto il periodo legato all’emergenza Covid. Il ricavato andrebbe a risarcire l’80% del fatturato del 2019 delle attività commerciali sottoposte a chiusure e limitazioni a causa dell’emergenza sanitaria”.

Manolo Maugeri, consigliere comunale della Lega a Settimo è intervenuto sostenendo che "la maggioranza ha preferito parteggiare per i colossi dell’e-commerce, i veri vincitori di questa pandemia, definendo la Web Tax un’"imposizione vessatoria" che rischierebbe di scaricare il peso dell'aggravio fiscale sugli utenti finali e sui clienti delle varie piattaforme che utilizzano la vendita online". "L'amministrazione settimese - dice Maugeri -, nel tentativo di giustificare ulteriormente il voto contrario al nostro documento, ha anche liquidato la questione bollandola come di carattere puramente internazionale, e non gestibile, quindi, a livello nazionale o regionale”.

Il consigliere sostiene quindi che la maggioranza abbia deciso di non appoggiare "un’iniziativa che va concretamente incontro alle esigenze delle tantissime attività commerciali che, anche nel territorio settimese, stanno soffrendo e che attendono subito risorse e risposte tangibili".

"Respingendo il sostegno alla proposta della Regione Piemonte - concludono Cerutti e Maugeri - , l’amministrazione di Settimo ha confermato di nutrire scarso interesse per le difficoltà in cui versa il commercio locale”.

a.g.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium