/ Politica

Politica | 12 gennaio 2021, 15:58

Avetta e Gallo (Pd) attaccano la Regione: "Promette più corse, ma poi taglia 10 milioni al trasporto pubblico locale"

"Come si pensa di poter riaprire le scuole in sicurezza riducendo le risorse ai trasporti". Duro anche Grimaldi (LUV): "La giunta prosegue a guidare alla cieca, senza capire quali sono le priorità"

deposito autobus

il piano trasporti della Regione accende il dibattito politico in vista della ripresa delle scuole superiori

"Lunedì 18 gennaio è previsto il ritorno degli studenti a scuola. Questa mattina in Commissione abbiamo avuto la conferma che la nuova legge sulla medicina territoriale sarà finanziata con un taglio di 10 milioni al TPL. Il potenziamento della medicina territoriale è fondamentale ma come si può conciliare il nuovo taglio al trasporto pubblico con l’intenzione della Regione Piemonte di mettere a disposizione 4.300 corse in più per garantire dalla prossima settimana la scuola in presenza al 50%? Le aziende di trasporto hanno bisogno di poter programmare le loro attività, e ad ogni taglio corrispondono riduzione dei servizi e rischi per i dipendenti": lo affermano i consiglieri regionali del Pd Alberto Avetta e Raffaele Gallo. 

"In Piemonte ci sono 175 mila studenti delle scuole superiori da trasportare, e, fin da questa estate, abbiamo chiesto un piano straordinario per la scuola. Quello presentato dalla Giunta nel dicembre scorso è stato sonoramente bocciato dal mondo della scuola: ora vedremo se la nuova proposta sarà accolta con maggior favore e come sarà finanziata a fronte del taglio dichiarato".

"Peraltro il Governo nazionale ha messo a disposizione altre risorse (200 milioni di euro per il 2021) sul trasporto che, a legge di bilancio approvata, potrebbero essere impiegate per garantire servizi aggiuntivi con autobus turistici, e addirittura con taxi e auto a noleggio con conducente", aggiungono i due esponenti dem. "Vedremo come il Piemonte intenderà utilizzarle".

"Quello dei trasporti pubblici è il collo di bottiglia per il rientro a scuola e al lavoro in presenza eppure, in piena pandemia, la Giunta regionale annuncia nero su bianco un taglio di dieci milioni sui bilanci del 2021 e del 2022 che darà il colpo di grazia ad un settore in ginocchio, che non ha giovato di nessun sostegno economico e che, proprio a inizio anno, predispone i piani per l’intera stagione", è il commento di Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione.

"Questa Giunta non ha alcun senso delle priorità e continua a guidare alla cieca – prosegue Grimaldi – così, per seguire le indicazioni del cosiddetto Tavolo Fazio che non ci risulta aver contribuito in alcun modo al contrasto della pandemia nella nostra Regione, ha presentato in tutta urgenza un disegno di legge relativo all’implementazione della medicina di gruppo e in rete dei MMG, un provvedimento che costerà dieci milioni all’anno e che rischia seriamente di non aver alcun effetto immediato sulla gestione attuale della fase pandemica".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium