/ Attualità

Attualità | 14 gennaio 2021, 17:21

“Una zona bianca del Pinerolese per poter lavorare”

La proposta dei ristoratori delle Valli Chisone e Germanasca, Sestriere e Val Susa che si ritroveranno lunedì a Inverso Pinasca

Tavolo apparecchiato ristorante

“Vogliamo una zona bianca del Pinerolese, che permetta ai locali, alle piscine ed altre attività di lavorare nel rispetto delle norme anti-Covid”. L’idea parte da un gruppo di ristoratori delle Valli Chisone e Germanasca, Sestriere e Val Susa.

“Lunedì 11 ci siamo trovati a Fenestrelle e il 18 presenteremo la nostra proposta al Polivalente di Inverso Pinasca, alle ore 17” anticipa Barbara Corveglio, che ha un locale proprio a Inverso. Sono invitati i sindaci e i ristoratori della zona.

“Noi vogliamo lavorare e vogliamo farlo nel rispetto delle norme anti-Covid” spiega Corveglio. La scelta dei ristoratori delle vallate è stata di non fare una protesta, sullo stile di #ioApro che partirà domani, venerdì 15, in tutta Italia: “Volevamo fare una proposta in linea con le prossime norme anti-Covid che dovrebbero contenere una zona bianca per le aree meno colpite dal virus – entra nel merito la ristoratrice –. La nostra volontà è verificare se il Pinerolese ha le caratteristiche per diventare zona bianca e farla riconoscere come tale”.

I promotori dell’iniziativa spiegano come non sarebbe solo a vantaggio dei locali di ristorazione, ma anche di altre realtà come le piscine, che potrebbero riaprire i battenti. Parallelamente vengono chiesti ristori adeguati e un sostegno anche dei Comuni, per le risorse finanziarie di cui possono disporre.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium