/ Cronaca

Cronaca | 15 gennaio 2021, 07:12

Barca, deposito clandestino di fuochi d’artificio: sequestrata una tonnellata di merce

Imprenditore asiatico denunciato per omissione di cautele per la sicurezza dei lavoratori, illecita detenzione di materiale esplodente e frode in commercio

guardia di finanza sequestro materiale pirotecnico

Auto della guardia di finanza (immagine di repertorio)

Oltre 30.000 fuochi d’artificio, di circa una tonnellata, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Torino in uno store del quartiere Barca.

All'interno dei locali commerciali, è stato rinvenuto un deposito dove erano stipati artifici pirotecnici con materiale altamente infiammabile (arredi in legno stoccati per conto di un mobilificio) e migliaia di accendini caricati a butano, per cui sarebbe bastata una semplice scintilla per innescare una potentissima deflagrazione. 

Totalmente assenti, inoltre, degli impianti antincendio idonei, e sbarrate da grate in ferro e lucchetti le uscite di sicurezza.

Nel corso delle operazioni sono stati anche ritrovati e cautelati circa 73 mila articoli di bigiotteria con marchio Swarovski contraffatto e oltre 3 milioni tra articoli e accessori di abbigliamento non sicuri, giocattoli e mascherine, tutti sprovvisti del marchio CE. 

L’imprenditore coinvolto, di origini asiatiche, è stato denunciato alla procura della Repubblica di Torino per l’omissione di cautele per la sicurezza dei lavoratori, l’illecita detenzione di materiale esplodente e la frode in commercio.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium