/ Politica

Politica | 19 gennaio 2021, 16:35

Comunali, Fornaro e Grimaldi (LeU): "Impegnati per mettere al riparo il Paese da queste destre"

Sul candidato sindaco: "Serve un percorso che porti alla scelta di un candidato condiviso dalla coalizione e in grado di vincere la competizione elettorale"

Marco Grimaldi, liberi e uguali, primo piano

Marco Grimaldi (Leu)

"Oggi Liliana Segre è entrata al Senato per votare la fiducia a Giuseppe Conte. Come sapete da mesi non partecipa alle sedute perché i medici le hanno sconsigliato di esporsi al rischio di contagio. Oggi ha deciso di farlo; per senso del dovere e per indignazione civile. I nostri pensieri sono rivolti a lei e a compagni come Emanuele Macaluso che ci ha appena lasciati, una generazione che si è forgiata in anni duri e brechtiani ma segnati dall’idea che alla lotta politica non è estraneo il rispetto e una certa idea delle relazioni anche personali, nell’ambito di una storia condivisa e segnata da un afflato comune da valori fondanti condivisi", è il commento di Federico Fornaro, capogruppo di Liberi Uguali alla Camera e di Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione.

"Oggi non vogliamo commentare null’altro. Dobbiamo essere tutti concentrati affinché questo Paese sia messo al riparo da quelli che parlano di vecchi improduttivi o di destinare più vaccini alle regioni più ricche. E siamo sconcertati che l'irresponsabilità di pochi possa mettere a repentaglio una coalizione di Governo che, con molti limiti, rappresenta oggi il punto politico più avanzato possibile dato il contesto parlamentare. Il tema delle elezioni amministrative rimane sullo sfondo ma torneremo a parlarne senz’altro nei prossimi giorni perché abbiamo il dovere di rispondere a quei cittadini che sono tornati ad appassionarsi alla politica, a credere in un progetto comune, e agire in modo concreto per la vita della propria città. La politica – proseguono Fornaro e Grimaldi – è sana quando si basa sull’esperienza di vita attiva dei singoli di una comunità che si fanno attori protagonisti del sistema politico. Ovviamente la logica di spontaneità deve essere indirizzata dall'operato delle forze politiche, il cui compito è proprio fare sintesi e aiutare i cittadini attraverso l'amministrazione della cosa pubblica. Per questo guardiamo sempre con il dovuto rispetto alla discussione, che avviene nelle sedi decisionali del Partito Democratico e delle altre forze della coalizione, sul tema del candidato sindaco di Torino. Un confronto che dovrà essere ricondotto, però, all’obiettivo comune di un percorso che porti alla scelta di un candidato condiviso dalla coalizione e in grado di vincere la competizione elettorale".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium