/ Politica

Politica | 25 gennaio 2021, 17:22

Da Campiglione a Villafranca, “Il centrodestra è diretto da coordinatori da fuori città”

L’affondo del Movimento Cinque Stelle di Pinerolo non risparmia nemmeno il centrosinistra. Le repliche da Forza Italia e Fdi

Municipio di Pinerolo

“Ma lasciar scegliere il candidato sindaco agli indigeni accampati ai piedi di San Maurizio pareva brutto?”. Questa è una delle due domande, tra il polemico e l’ironico, che il Movimento Cinque Stelle di Pinerolo ha lanciato stamattina in un post sul suo blog, iniziando a scaldare la campagna elettorale per le elezioni comunali di quest’anno.

Nel mirino dei Cinque Stelle c’è il fatto che le principali forze del centrodestra siano guidate da persone che non abitano in città. “Ma non eravamo noi gli eterodiretti?” si chiedono, facendo i nomi: Gualtiero Caffaratto, onorevole leghista di Campiglione Fenile, che nella loro ricostruzione sarebbe supervisionato dall’ex sindaco di Sestriere Valter Marin; Giovanni Genovesio, consigliere comunale di Cavour e coordinatore di Fratelli d’Italie; e Agostino Bottando, primo cittadino di Villafranca Piemonte e responsabile per Forza Italia nel Pinerolese.

Il Movimento non risparmia nemmeno l’ex sindaco di Villar Perosa Roberto Prinzio, che guida l’associazione Pinerolo rinasce ed è in odore di candidatura con il sostegno di Italia Viva, Azione e Rete Bianca.

Prinzio, al momento non intende replicare, così come Caffaratto, che puntualizza: “L’avrei fatto se si parlava di programmi”.

Genovesio, invece, risponde in linea con quanto già detto, dopo un attacco del capogruppo del M5S Giorgio Pittau: “Come Fratelli d’Italia vogliamo partecipare a un progetto unitario del centrodestra, importante per la città. Lo facciamo con il rispetto per tutti e non ci preoccupiamo del luogo o della data di nascita degli avversari politici”.

Anche Bottano ribatte sulla falsariga: “In questo momento c'è un centrodestra unito su programma condiviso e lo stiamo portando avanti compatti. In questa fase non mettiamo avanti le persone”. È lui l’incaricato di parlare dell’esito della riunione del centrodestra di stamattina dove si è deciso di andare avanti prima con le linee programmatiche e poi scegliere il nome del candidato sindaco. Anche se, come anticipato ieri dal nostro giornale, il nome di Giuseppino Berti è stato messo sul tavolo: “Le forze politiche del centrodestra hanno lasciato da parte vecchi rancori e sono pronti a lavorare insieme, aprendo a forze civiche che vogliono un cambiamento a Pinerolo”.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium