/ Politica

Politica | 29 gennaio 2021, 12:31

Stoccaggio rifiuti nucleari, Gavazza: "Giusto individuare un sito, ma si tutelino salute e culture agricole" [VIDEO]

Il consigliere regionale della Lega: "Sia scelta un'area che non penalizzi le popolazioni, in particolare le generazioni future e le culture agrarie eccellenza del territorio"

Gianluca Gavazza, consigliere regionale Lega

Gianluca Gavazza, consigliere regionale Lega

La voce dei sindaci del territorio arriva in Regione: si è infatti svolto oggi il primo consiglio regionale aperto del 2021. Un momento in cui i consiglieri hanno raccolto le istanze dei primi cittadini dei comuni in cui potrebbero essere stoccati, in un sito nazionale, i rifiuti radioattivi.

Nel confronto tra sindaci e rappresentanti di Sogni, la società di Stato incaricata del decommissioning degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi, emerge la posizione del consigliere regionale Gianluca Gavazza (Lega), da sempre particolarmente attento al territorio del Chivassese e del Canavese: "Ritengo che sia giusto che venga individuato un sito e costruito un deposito per poter tenere i rifiuti industriali radioattivi in sicurezza nei prossimi secoli: è una tutela verso chi verrà dopo di noi e che vivranno il mondo". 

Se un sito è quindi necessario, l''auspicio di Gavazza, però, è che la scelta del luogo tenga conto delle conformità del territorio: "Serve scegliere un luogo che non danneggi la popolazione e le culture agrarie". Il consigliere regionale della Lega si è quindi soffermato su un'area in particolare, quella del "pipistrello", di Mazzè, Caluso e Rondissone: "Chi come e il sindaco di Mazzè ha studiato a Caluso presso l'istituto enologico, è consapevole delle difficoltà che hanno avuto i produttori vitivinicoli negli ultimi 40 anni per far si che un'eccellenza come l'Erbaluce di Caluso potesse arrivare ai massimi storici come oggi: parliamo di terre il cui secolare lavoro dell'uomo ha fatto si che la produttività aumentasse notevolmente".

"Qui - ha proseguito Gavazza - oggi vengono coltivati fagioli d'eccellenza, con aziende trasferitesi da altre province in questo territorio proprio per coltivare in quella zona quei legumi". Ecco perché, per il consigliere regionale, l'individuazione di un sito, sebbene necessaria, non può non tenere conto delle conformità del territorio.

"Io credo sia giusto individuare un sito nazionale per lo stoccaggio dei rifiuti radioattivi, ma è altrettanto doveroso salvaguardare la salute di tutti noi e delle generazioni future" ha concluso Gavazza.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium