/ Attualità

Attualità | 22 febbraio 2021, 16:40

Italia Viva insiste: "Serve distretto del cibo per il chierese e il carmagnolese"

"Diventerà il principale driver di crescita dell’occupazione in tutta la zona alla fine dell’emergenza sanitaria", hanno spiegato Federica Zamboni e Pier Antonio Pasquero

cibo - foto d'archivio

Italia Viva: "Serve distretto del cibo per il chierese e il carmagnolese"

I referenti di Italia Viva del Chierese e Carmagnolese, Federica Zamboni e Pier Antonio Pasquero, sottolineano l'importanza di costituire al più presto il distretto del cibo, per un rilancio del territorio, sottolineando che in sedi diverse e da tempo stanno lavorando sul tema Sindaci e associazioni del territorio.

"Con la nostra presentazione, ci piacerebbe far fare un salto di qualità alla discussione ed avviare un dibattito pubblico largo, che coinvolga istituzioni e cittadini, al fine di condividere la migliore organizzazione possibile a partire da alcuni temi chiave quali struttura societaria, governance, capitale, aree di azione e comitato promotore".

"Il distretto del cibo del chierese e del carmagnolese diventerà il principale driver di crescita dell’occupazione in tutta la nostra zona alla fine dell’emergenza sanitaria e pertanto occorre la massima condivisione e partecipazione", hanno sollineato gli esponenti di Italia Viva.

"Nei prossimi mesi, nonostante il Covid, andrà organizzato un tour di presentazione che coinvolga tutti i 23 comuni interessati, per illustrare l’iniziativa agli operatori economici e ai cittadini, per far conoscere il progetto e per raccogliere le pre-adesioni in modo che il progetto possa partire entro la fine del 2021", hanno concluso Zamboni e Pasquero.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium