/ Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 04 marzo 2021, 15:05

Tolardo: "Nichelino zona rossa? Contagi cresciuti del 35% negli ultimi 10 giorni, ma l'Rt è 0,6"

Il sindaco pensa ad una soluzione per le scuole: "Se si chiude tutto voglio capire se per i disabili siano possibili lezioni in presenza". Sul rinvio del voto: "Era nell'aria"

Giampiero Tolardo

Tolardo: "Nichelino zona rossa? Contagi cresciuti del 35% negli ultimi 10 giorni, ma l'Rt è 0,6"

La distanza da Cavour è di una trentina di chilometri, con la variante inglese che sta dilagando c'è chi teme che la zona rossa possa arrivare anche a Nichelino, ma il sindaco Giampiero Tolardo ha cercato di tranquillizzare, malgrado una situazione non semplice.

Rt ancora pienamente nei limiti

Il primo cittadino si è rifatto ai numeri di ieri. "Negli ultimi 10 giorni c'è stato un incremento di circa il 35% dei contagi, la situazione va monitorata di giorni in giorno, ma al momento non penso che la città possa finire in rosso: il nostro indice Rt balla tra 0,5 e 0-6, in zona sud solo Piossasco si trova a quota 1". Insomma, Nichelino non sta peggio di altri, anche se la situazione non è semplice. "Non a caso, all'inizio della scorsa settimana ho deciso di varare una task force Covid per avere un report quotidiano sulla situazione di contagi, tamponi e ricoveri". Con un auspicio: "ora più che mai serve accelerare la campagna di vaccinazione".

Si studia l'ipotesi di lezioni in presenza per i disabili

Entro domani il governatore Alberto Cirio deciderà se adottare una ulteriore stretta sulle scuole, dopo che già è stato deciso di mandare in dad tutte le classi dalla seconda media in su. "Speriamo che non si debba chiudere tutto, sarebbe la cosa peggiore", ha detto Tolardo, che sta studiando una ipotesi, in contatto con presidi e dirigenti scolastici. "Ci sono categorie che più di altre necessitano di aiuto. Vorrei capire se esiste la possibilità di garantire lezioni in presenza almeno per i disabili, la didattica a distanza per loro è penalizzante più che per chiunque altro".

Rinvio del voto? Era nell'aria

Intanto, è ormai certo il rinvio all'autunno del voto amministrativo, proprio quando a Nichelino si stavano accendendo i motori della campagna elettorale. "C'era da aspettarselo", ha commentanto il sindaco Tolardo. "Si parlava di questa ipotesi già prima che nascesse il nuovo Governo, il Presidente della Repubblica aveva parlato dei rischi di mandare a votare milioni di persone in una fase in cui il virus ha ripreso a correre".

Cosa cambierà per il primo cittadino è presto detto: "Userò questi mesi in più per fare il sindaco a tempo pieno, portando a termine alcuni progetti", ha concluso Tolardo. "Per far decollare la campagna elettorale c'è tempo, è più urgente quella vaccinale".

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium