Dalla padella alla brace | 21 marzo 2021, 10:15

LA RICETTA - Minestra di cavoli e fagioli bianchi

Un piatto ristoratore, saporito e salutare, molto semplice, da realizzare con una ricetta one pot (tutto in pentola). E da accompagnare con un Chianti Docg Rosso di Terra

Minestra di cavoli e fagioli bianchi

Minestra di cavoli e fagioli bianchi

L'inverno sta finendo, il freddo se ne va ma c’è ancora posto e tempo per portare in tavola una minestra gustosa e sana, un piatto ristoratore, saporito e salutare molto semplice da realizzare.

La nostra preparazione è una minestra corposa e gradevole, un perfetto comfort food carico di vitamine e proteine. Si tratta di una ricetta one pot (tutto in pentola), ovvero da preparare utilizzando un unico strumento di cottura; quindi una soluzione pratica per l’alimentazione quotidiana, che consente di preparare un pranzo o una cena ottimizzando tempi di preparazione e pulizia.

Utilizziamo per questa ricetta due tipi di cavolo (nero e verza) ottimi per rinforzare il sistema immunitario e depurarsi. Questo è un modo semplice ed efficace per privilegiare cibi locali e stagionali, quindi alimenti sostenibili che sono amici dell'ambiente e fanno bene all'organismo come suggerito dalla Dieta Mediterranea (patrimonio dell’Unesco dal 2010).

Un Chianti Docg Rosso di Terra, elegante ed estremamente armonico, dal gusto ben delineato ma morbido è il perfetto in abbinamento a piatti ricchi di sapore come questa minestra. Colore rosso rubino intenso al naso presenta profumi intensi di prugna, frutti rossi con note floreali di sottobosco. Temperatura di servizio: 16/18 °C. Gradazione alcolica: 14°.

MINESTRA DI CAVOLI E FAGIOLI BIANCHI

Ingredienti: 200 g di cavolo nero, 150 g di cavolo verza 400 g di fagioli cannellini lessati, 1L brodo vegetale, 80 gr cipolla, 150 gr carote, 200 g di patate, salvia fresca, concentrato di pomodoro, EVO, sale, pepe, pane raffermo a fette.

Preparazione: In una capiente casseruola fate appassire in olio di oliva extravergine la cipolla tritata finemente. Quando sarà imbiondita unite le patate e le carote pulite e tagliate in dadolata. Fate insaporire brevemente aggiungendo eventualmente un mestolino di acqua calda o brodo vegetale.

Pulite entrambe il cavoli, eliminando le coste centrali più dure. Lavatene le foglie e tagliatele a strisce non troppo sottili. Unitele al soffritto, insieme alla salvia e al concentrato di pomodoro e coprite completamente con il brodo. Salate, pepate e portate a bollore. Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per circa 1 ora. Trascorso questo tempo unite metà dei fagioli passati al passaverdure.

Proseguite la cottura per ulteriori 20-30 minuti e verso la fine unite anche i fagioli restanti. Regolate di sale e pepe e condite con altro olio. 

Sistemate la minestra di cavoli in un piatto fondo e adagiate sopra o lateralmente del pane raffermo fatto leggermente tostare in forno.


Realizzato dagli allievi Giuliana Cugnetto e Cataldo Manfredi della classe IV in collaborazione con il Docente Santo Corridore

Istituto per l'Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera "Norberto BOBBIO"

Leggi tutte le notizie di DALLA PADELLA ALLA BRACE ›

Istituto di Istruzione Superiore "Norberto BOBBIO"

L’Istituto per l'Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera "Norberto BOBBIO" di Carignano (Torino) nasce nell’anno scolastico 2003-2004. Offre agli studenti la possibilità di intervenire nella valorizzazione, trasformazione e presentazione dei prodotti promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando così le nuove tendenze nell’arte culinaria e vinicola. Tra le attività caratterizzanti, la scuola dispone di un ristorante didattico finalizzato alla formazione degli studenti in una situazione lavorativa reale tramite il confronto con una clientela esterna.

Dalla padella alla brace
Lo scopo di questa rubrica è di fornire ai lettori idee semplici, gustose e innovative per preparare piatti che mantengano viva la tradizione pur senza mai perdere di vista lo spreco, piaga per la società e l'ambiente. Direttamente dalle migliori idee e preparazioni firmate dai nostri studenti.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium