/ Cronaca

Cronaca | 25 marzo 2021, 16:24

Processo piazza San Carlo, l'ex capo di gabinetto della questura: "L'organizzazione era in mano al Comune"

Michele Mollo è una delle nove persone imputate per omicidio, lesioni e disastro colposi

foto di archivio della notte del 3 giugno 2017

Processo piazza San Carlo, l'ex capo di gabinetto della questura: "L'organizzazione era in mano al Comune"

"La circolare sull'antiterrorismo è stata rispettata e l'organizzazione della proiezione della finale di Champions League Juventus-Real Madrid era in mano al Comune". Così Michele Mollo, ex capo di gabinetto della Questura, sentito oggi in aula durante il processo per i fatti del 3 giugno 2017 in piazza San Carlo, quando sotto il maxischermo che proiettava la partita si scatenò il panico, provocando il ferimento di 1500 persone, due delle quali (Erika Pioletti e Marisa Amato) morirono successivamente.

Nove persone a processo

Mollo è imputato insieme ad altre otto persone, tra dirigenti del Comune e della Questura, di omicidio, lesioni e disastro colposi. "Le prescrizioni vengono messe in pratica dall'organizzazione", ha detto l'ex capo di gabinetto della Questura rispondendo al pm Vincenzo Pacileo. Per Mollo vista l'eccezionalità del fatto "non è stato facile affrontare quanto accaduto".

La polizia, ha spiegato il dirigente, ha chiesto di transennare la zona adiacente il maxi schermo e intorno al monumento. Invece per quanto riguarda la uscite dei parcheggi sotterranei di piazza San Carlo vennero chiuse per sua decisione. Uscite che però rimasero senza sorveglianza.

"La vigilanza spettava alla Prefettura"

Per Mollo la responsabilità dell'evento era del Comune, mentre la vigilanza delle prescrizioni in piazza spettava alla Prefettura. "Davo per scontato che il Comune avesse fatto tutto secondo le regole, noi dovevamo occuparci della sicurezza e dell'antiterrorismo".

Poi ha evidenziato come ci sarebbe stato un problema serio di ordine pubblico se la proiezione fosse stata sospesa dalla commissione provinciale di vigilanza "vista la tantissima gente presente in piazza".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium