/ Eventi

Eventi | 01 aprile 2021, 07:50

Avventure on the road e immigrazione: USA e Tunisia protagonisti a CinemAutismo

La tredicesima edizione sarà online dal 2 al 4 aprile, con i film "Drought" e "Regarde-moi"

Drought

"Drought", di Hannah Black e Megan Petersen

In occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo di venerdì 2 aprile, torna cinemAutismorassegna cinematografica dedicata allo spettro autistico, giunta alla sua XIII edizione. Organizzata dal Museo Nazionale del Cinema, quest'anno sarà interamente online. Dal 2 al 4 aprile, due saranno i film in programma, di cui un’anteprima nazionale, fruibili sulla piattaforma mymovies.it, e due gli incontri in diretta sui canali social.

"Immaginare oggi una rassegna cinematografica, con la situazione pandemica in corso e le sale cinematografiche ancora chiuse, non è facile - commentano i curatori Marco Mastino e Ginevra Tomei -, ma non volevamo rinunciare a essere presenti anche quest’anno con un momento dedicato al cinema e all’autismo. Nonostante l’incertezza, abbiamo deciso di cogliere l’opportunità offertaci dal web per proporre un’edizione totalmente online e allargare così la nostra rassegna a tutta Italia. Questa scelta ci permette inoltre di coinvolgere nei dibattiti, da sempre nostro elemento caratterizzante, i registi stranieri".

E proseguono: "Siamo molto contenti di riuscire a presentare titoli provenienti da paesi molto diversi tra loro (USA e Tunisia), che permettono non solo di avere una visione più ampia sull’autismo, ma anche di allargare lo sguardo a cinematografie inconsuete e aggiungere, così, un nuovo tassello a un percorso che portiamo avanti dal 2009".

Drought di Hannah Black e Megan Petersen, in anteprima nazionale, è un road movie che racconta il viaggio della giovane Sam per accompagnare il fratello Carl, un ragazzo con autismo di livello 1 (ex Sindrome di Asperger) appassionato di meteorologia, alla ricerca del temporale che dovrebbe mettere fine alla lunga siccità del North Carolina del 1993. La pellicola americana, vincitrice dell’Independent Spirit Award al Naples International Film Festival, sarà disponibile per 2500 spettatori fino alla mezzanotte di domenica 4 aprile.

Regarde-moi di Néjib Belkadhi, presentato nel 2019 al Festival Middle East Now di Firenze, narra la storia di Lofti, un immigrato quarantenne tunisino, che deve tornare nel paese natìo per occuparsi del figlio autistico Amir avuto da una precedente relazione. L’opera seconda di Belkadhi sarà disponibile per 1000 spettatori fino alla mezzanotte di sabato 3 aprile.

Sabato sarà possibile seguire online i dibattiti sui film alla presenza dei registi, di professionisti del settore e di persone all’interno dello spettro autistico.

Alle ore 17 le registe Hannah Black e Megan Petersen si collegheranno, assieme all’attore Owen Scheid, per parlare di Drought. Con loro ci saranno Marco Stefano Bono Pulcher, autistico, in rappresentanza di Asperger Adulti Piemonte, e Bert Pichal, ortopedagogista, consulente pedagogico presso “La Casa per l’Autismo” di Candelo (BI).

Alle 19, invece, il dibattito su Regarde-moi coinvolgerà il dott. Maurizio Arduino, Responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (Mondovì - ASL CN1) e Pasquale Cammera di ANGSA Piemonte Onlus sezione di Torino.

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium