Leggi tutte le notizie di BACKSTAGE ›

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 18 aprile 2021, 13:10

Nichelino, aspettando il 25 Aprile il murales della memoria ha il volto di Paolo Ruffino

Lo storico partigiano, scomparso a dicembre, al quale la Città ha deciso di dedicare la Festa della Liberazione di quest'anno, è uno dei tre volti scelti dai giovani di Urban Lab, con accanto una scritta di Rita Levi Montalcini

murales della memoria

Nichelino, aspettando il 25 Aprile il murales della memoria ha il volto di Paolo Ruffino

Il progetto Urban Lab ha colorato i muri di Nichelino e regalato una ventata di freschezza già durante l'inverno. Il progetto, nato nel 2019, prevedeva di passare dall'hip hop ai graffiti e, dopo ambiente, movimento e animali, è arrivato a creare il murales della memoria.

"I temi sono stati sempre pensati dai ragazzi", ha spiegato l'assessore alle Politiche Giovanili Fiodor Verzola, "che avevano in mente di scegliere tre figure impersonali per presente, passato e futuro in questa loro opera". Ma alla fine ieri oggi e domani, che doveva avere il volto di un anziano, di una mamma e di un bambino ha avuto una personalizzazione. "Ma perché non facciamo il volto del nonno con le sembianze di Paolo Ruffino?", ha domandato Verzola.

L'idea, pensata verso la fine del 2020, voleva essere un omaggio in vita allo storico partigiano nichelinese, da sempre protagonista del 25 Aprile, che ha raccontato le vicende della guerra e della lotta di Liberazione a centinaia di ragazzi e in giro per le scuole, in tutti questi anni. ma a dicembre Ruffino si è spento ("ci ha voluto fare questo scherzo", ha detto Verzola) ed allora si è deciso di fare un tributo alla sua memoria, con un'opera di valore assoluto.

Al fianco dell'immagine dello storico partigiano e del murales, una scritta di un'altra testimone dei tremendi anni della guerra, Rita Levi Montalcini, con un messaggio rivolto alle giovani generazioni: "Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare e non temete nulla". Anche se sarà un altro 25 Aprile a distanza e solo con celebrazioni online, il Comune di Nichelino non si è dimenticato di chi ha combattuto per difendere  la libertà, per questo ha deciso di intitolare la festa della Liberazione di quest'anno a Paolo Ruffino.

 

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium