/ Politica

Politica | 14 maggio 2021, 10:34

Il Covid impatta sul bilancio della scuola: in calo entrate e spese, ma non si fermano le manutenzioni

Nonostante il periodo di difficoltà, proseguono le manutenzioni ordinarie e straordinarie degli edifici scolastici sparsi per il territorio torinese

L'assessore Di Martino in una scuola

Il Covid si fa sentire anche sui conti della scuola, ma non ferma le manutenzioni

Il Covid-19 rivoluziona i bilanci del settore scolastico torinese. E’ quello che si evince dalla presentazione del rendiconto 2020 dei servizi educativi, illustrato questa mattina dall’assessore all’Istruzione del Comune di Torino, Antonietta Di Martino. Il confronto tra il 2019 e il 2020 parla chiaro: calano sia le spese (-8,41 milioni di euro) che le entrate (-8,27 milioni di euro).

Calano le spese

Il Comune di Torino, nel 2020, ha speso 45,5 milioni di euro per i servizi educativi, a fronte dei 53,3 spesi nell’anno precedente. La pandemia ha infatti inevitabilmente modificato abitudini, manutenzioni, progetti educativi e servizi forniti agli studenti. Tra le voci che segnano una variazione maggiore, quella relativa alle scuole dell’obbligo (-6,5 milioni di euro). In controtendenza invece le spese per le scuole d’infanzia paritarie, passate da 1,72 a 6 milioni di euro (+4,36) e dovute al riallineamento del contributo alle scuole materne convenzionate, oltre ad un trasferimento straordinario della Regione Piemonte a favore delle materne convenzionate a titolo di ristoro.

Entrate, gli enti pubblici in soccorso della scuola

Per quanto riguarda le entrate (45,6 milioni di euro), la differenza negativa di oltre 8 milioni  è determinata prevalentemente da un forte calo delle entrate proprie, che passano da 33,37 a 17,3 milioni di euro: praticamente la metà. Fondamentale per attenuare la forte riduzione, i contributo a bilancio dei trasferimenti da enti pubblici.

Edilizia scolastica, proseguono le manutenzioni

Nonostante le difficoltà, non si fermano le manutenzioni degli edifici scolastici torinesi nel periodo compreso tra il 2021 e il 2023. Tra le opere in previsione da finanziare spiano i 10 milioni di euro per la manutenzione straordinaria per il recupero del complesso di via Tollegno 83 e i 4,6 milioni di euro e i 3,9 milioni di euro per il restauro delle facciate delle scuole Sel e Pacinotti Boncompagni. Già finanziata invece la manutenzione straordinaria di diversi edifici sparsi per il territorio (3,2 milioni di euro).

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium