/ Cronaca

Cronaca | 25 maggio 2021, 15:55

Partita del Cuore: dopo le polemiche, si dimette il dg della Nazionale Cantanti

Pecchini fa marcia indietro: chiede scusa per le frasi pronunciate contro Aurora Leone dei The Jackal e lascia l'incarico. "L'importante è l'evento di stasera all'Allianz Stadium. Spero che la gente doni e non si faccia influenzare dall'accaduto". E Buffon dice la sua: "Idiozia"

Partita del Cuore: dopo le polemiche, si dimette il dg della Nazionale Cantanti

Gian Luca Pecchini fa un passo indietro e si dimette da dirigente della Nazionale Cantanti assumendosi la piena responsabilità dei fatti dopo la denuncia di Aurora Leone, attrice dei The Jackal (LEGGI QUI).

"La Nazionale Italiana Cantanti è amareggiata profondamente e si scusa di quanto accaduto ieri sera durante la cena ad Aurora Leone" scrive in una nota ufficiale firmata dallo stesso Pecchini. "La nostra è una storia di 40 anni di inclusione e di solidarietà, periodo nel quale siamo sempre stati in prima linea a sostenere i deboli e i diritti di tutti. Oggi a Torino si gioca una partita importante, ogni 100.000 euro in meno raccolti sono 15 diagnosi in meno e 15 potenziali morti in più. Siamo profondamente addolorati di questo grande equivoco in quanto in 40 anni non ci siamo mai trovati a dover gestire una simile situazione. Per tutte queste motivazioni, io, Gian Luca Pecchini, dirigente della Nic, mi assumo la responsabilità di quello che è accaduto dimettendomi dal mio incarico in attesa di parlare personalmente con Aurora Leone. Ci tengo però a sottolineare, a scanso di equivoci, che nessun artista si è reso conto dell'episodio in questione; i presenti si sono accorti di quello che stava accadendo nel momento in cui Aurora e Ciro si sono alzati per andarsene via".

La sindaca Appendino aveva commentato dicendo che "fatti simili non possono passare sotto silenzio. E non possono essere liquidati con frasi di circostanza. Mi aspetto che questa cosa non finisca qui. Mi aspetto una presa di posizione forte e concreta, senza nascondersi dietro a un dito o deferenze del caso".

"Prendiamo atto delle dimissioni del dirigente della Nazionale Cantanti in seguito al 'grande equivoco' di ieri sera", scrivono su Facebook i The Jackal. "Noi speriamo che quanto successo non venga ridotto a questo: un malinteso. C'è un discorso più ampio che va oltre la vicenda personale, il sessismo e il maschilismo come problemi reali che riguardano ogni giorno milioni di donne. Invitiamo tutti però, come ha fatto Aurora nelle prime storie pubblicate a caldo ieri notte, a non confondere i problemi: non è giusto che quanto accaduto abbia delle conseguenze negative sulla raccolta fondi, missione che la nazionale cantanti porta avanti con impegno da 40 anni. Inclusività e parità non devono essere ostacoli per nessuna causa, figurarsi se così importante come la lotta al cancro. Diamo perciò un segnale forte: una donazione via SMS al numero 45527 per sostenere la ricerca sul cancro".

La parola finale ce la mette Gigi Buffon: "Una raccolta di beneficenza, inclusiva per definizione, non può trasformarsi nel teatro di assurde discriminazioni sessiste. Sono senza parole di fronte a tanta idiozia".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium