Elezioni comune di Torino

 / Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 22 giugno 2021, 10:28

Da luglio arrivano i "Parcometri" intelligenti: 30 minuti di sosta gratis per chi arriva dalle frazioni

I nuovi dispositivi emetteranno anche i biglietti delle linee urbane

Da luglio arrivano i "Parcometri" intelligenti: 30 minuti di sosta gratis per i cittadini

La vice sindaca Tiziana Siragusa con l'assessore Barengo ed il gestore di Gestopark

Nella conferenza stampa che si è svolta nel pomeriggio di lunedì 21 giugno 2021, la società Gestopark, affidataria della gestione dei parcheggi a pagamento della Città di Chivasso, alla presenza della vice sindaca Tiziana Siragusa e dell’assessore ai Trasporti Domenico Barengo, ha presentato i parcometri di ultima generazione che a partire dai primi di luglio sostituiranno i vecchi parcometri ed ha annunciato novità importanti per il pagamento della sosta nel Comune.

L’investimento si colloca nell’ambito del contratto di concessione in essere tra comune e Gestopark e viene effettuato a completa cura e spese della società concessionaria.

Le operazioni di sostituzione dei vecchi parcometri, saranno eseguite gradualmente e per lotti, in modo da garantire la continuità del servizio.

Le nuove apparecchiature sono dotate di schermo a colori e funzioni guidate, tastiera alfanumerica, lettore di bancomat e carte di credito sia microchip che contactless.

Non si tratta, quindi, semplicemente, di dispositivi di controllo della sosta veicolare, ma le nuove tecnologie consentono di effettuare una serie di operazioni che rendono questi parcometri un vero e proprio “assistente urbano” nel modello di “Città Intelligente” al quale Gestopark si sta orientando da diversi anni.

Importante novità è rappresentata dal collegamento del biglietto di sosta con la targa del veicolo che diventa l’identificativo base per tutti i servizi legati alla sosta. Sarà quindi necessario digitare, sulla tastiera del parcometro, la targa della vettura in sosta prima di ottenere il ticket.

Con questa operatività, accertato che la targa sia stata correttamente digitata, si rende superfluo il ritorno alla propria vettura per l’esposizione del ticket sul cruscotto. Qualora, invece, ci si accorgesse di un errore, allora sarà necessario esporre in modo visibile il biglietto nell’auto per non incorrere in sanzioni.

E’ altresì possibile, trovandosi in altra zona della città, distante dal proprio veicolo in sosta, aumentare il periodo di sosta servendosi del parcometro più vicino.

Con la nuova infrastruttura aumenta la sicurezza delle verifiche da parte degli ausiliari del traffico, poiché con il palmare in dotazione, effettuata la scansione/digitazione della TARGA del veicolo in sosta, il concentratore dati remoto, restituirà lo stato del pagamento effettuato con qualsiasi metodo utilizzato.

La loro capillare presenza nel territorio li rende, inoltre, strategici per l’Amministrazione che, comprese le potenzialità, ha deciso di sfruttarne le caratteristiche per erogare ulteriori servizi al cittadino, senza sostenere costi “infrastrutturali” aggiuntivi.

La prima funzionalità aggiunta, nasce dall’esigenza di facilitare l’utilizzo dei mezzi di trasporto urbano. Queste macchine, infatti, sono state predisposte anche per l’emissione dei biglietti degli autobus comunali urbani. Il costo del biglietto della Linea Blu e delle linee Mercatali sarà sempre di euro 1,10 e avrà una validità di 150 minuti a partire dall’orario di emissione riportato sulla ricevuta.

L’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Claudio Castello ha deciso, inoltre, di rinnovare l’agevolazione che consente ai chivassesi residenti nelle frazioni, di usufruire di 30 minuti di parcheggio gratuiti nelle zone blu del Comune e, a tale scopo, i nuovi parcometri sono stati predisposti per gestire anche questa funzione.

Non saranno, quindi, più utilizzabili le attuali tessere rilasciate dallo Sportello Unico Polivalente del Comune ma sarà sufficiente registrare il numero di targa. Pertanto, coloro che vorranno continuare ad usufruire dell’agevolazione, dovranno compilare e trasmettere all’indirizzo e_mail: urp@comune.chivasso.to.it l’apposito modulo scaricabile dalla home page del sito www.comune.chivasso.to.it

Per il rinnovo degli abbonamenti alle “zone blu”, Gestopark ha implementato una propria piattaforma denominata l’App del Cittadino che permette agli utenti in possesso di un abbonamento già attivato presso l’ufficio di Palazzo Einaudi, con la nuova procedura, di potere accedere online per gestire il proprio titolo, verificando pagamenti, scadenza, e permettendo il rinnovo del proprio abbonamento senza doversi recare allo sportello fisico.

La nuova applicazione è raggiungibile e utilizzabile da PC, MAC, Smartphone e Tablet digitando l’indirizzo: https://app.gestopark.it, oppure effettuando la ricerca: Gestopark app del cittadino.

Oltre all’App EasyPark già attiva da diversi anni, Gestopark mette a disposizione di tutti gli aderenti anche la modalità di pagamento della sosta con smartphone Telepass Pay per le strisce blu. Si potrà parcheggiare in città gestendo la sosta direttamente sull'App, senza utilizzare il parcometro e senza monetine. Se si cambia programma durante la sosta del veicolo, si può modificare la durata del parcheggio direttamente sull'App Telepass Pay e pagare solo i minuti effettivi di posteggio. Ulteriori informazioni e approfondimenti, su questa modalità su https://www.telepass.com/it/privati/servizi/strisce-blu.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium