/ Attualità

Attualità | 01 luglio 2021, 10:30

Nasce Turin Automotive Heritage Network, prima rete fisica e digitale che unisce i luoghi delle 4 ruote

Presentato anche il protocollo d'intesa con il Politecnico per la World Design Library

Torino Esposizioni

Siglati dalla Città i protocolli Turin Automotive Heritage Network e World Design Library

La Torino del design ha presentato negli scorsi giorni in Comune due protocolli d’intesa. Il primo con il Politecnico di Torino per l'attuazione della World Design Library (WDL), biblioteca pubblica di riferimento nazionale e internazionale per l'approfondimento, lo studio e la ricerca nel campo del design e della sostenibilità ambientale. 

Una raccolta documentaria che diventerà un punto di riferimento per tutta Italia e non solo, e che verrà messa a disposizione di tutti anche attraverso il catalogo delle Biblioteche Civiche Torinesi. E sarà l'occasione per creare un ulteriore legame progettuale tra gli spazi e i servizi dedicati alla formazione universitaria, alla ricerca e quelli della nuova Biblioteca Civica Centrale e del Teatro Nuovo.

Il secondo accordo coinvolge sempre il Politecnico di Torino con l'aggiunta di ISMEL, Museo Nazionale dell'Automobile e Turismo Torino per avviare il progetto Turin Automotive Heritage Network (THAN), mirato alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale dell'automotive torinese.

A una cabina di regia spetterà la definizione degli indirizzi, la valutazione sull’ingresso di nuovi soggetti e la ricerca delle risorse finanziarie. Il comitato scientifico ne coordinerà le attività, per sviluppare e validare i contenuti relativi al progetto. Infine, al Mauto tocca il trasferimento delle linee strategiche in azioni operative, mentre Turismo Torino e Provincia lavorerà in un’ottica di turismo sostenibile e integrato.  

A questi si aggiungono altre importanti azioni in via di definizione: la partecipazione all’Osservatorio sul Design per monitorare con dati e analisi costanti l'andamento e l’impatto dell’indotto del design a Torino e sul territorio piemontese, la realizzazione di un Centro Studi dedicato alla storia del design e la futura Torino Design of the City 2021.

Traguardi cruciali per una città nominata nel 2008 prima World Design Capital dalla WDO (World Design Organization), che nel 2014 ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di Città Creativa UNESCO per il Design, unica italiana all'interno di questa categoria. 

Ieri sono state lanciate anche diverse iniziative in programma, tra cui la tappa torinese del workshop internazionale Automotive Project (16 e 17 ottobre), in contemporanea con European Mobility Lab e Torino Mobility Living Lab, con i rappresentanti delle Città di Graz, Kortrijk, Detroit, Nagoya, Geelong e Saint-Étienne

Appuntamenti nazionali organizzati dal Comune di Torino come l’incontro Città Creative UNESCO Italiane e un evento organizzato insieme alle città di Biella e Alba nell'ambito del “Festival Arcipelago”. La quinta edizione (8-10 ottobre) di Utopian Hours “The 1.000 minute city (The city is everywhere)”, il primo festival internazionale di city making in Italia curato da Torino Stratosferica. Infine, Graphic Days® che tornerà a settembre con Touch!, rassegna dedicata al tema della riconnessione tra i sensi nella comunicazione visiva.

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium