/ Attualità

Attualità | 10 luglio 2021, 17:03

Raspini e il gusto per lo sport: lo storico marchio è sponsor del Curling Pinerolo.

La squadra parteciperà al prossimo campionato di Serie A

atleti di Curling con lo sponsor

Raspini al fianco della squadra di Curling di Pinerolo

Nuovo sponsor per il Curling Pinerolo: sarà lo storico marchio Raspini
La squadra composta da Amos Mosaner, Sebastiano Arman, Simone Gonin e Joel Retornaz parteciperà al prossimo Campionato Nazionale di serie A maschile e sarà, anche quest’anno, identificabile dal logo Raspini presente sulle divise.

I quattro atleti fanno parte già da tre anni del Team ufficiale: Simone Gonin è nativo di Pinerolo, mentre gli altri tre compagni di squadra provengono da Cembra, in provincia di Trento.

Joel Retornaz è in forza alla Polizia di Stato, mentre Amos Mosaner, Sebastiano Arman e Simone Gonin sono tesserati con il Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare.

Nella mattinata del 6 luglio la squadra è stata in visita allo stabilimento Raspini, per incontrare il presidente Umberto Raspini e autografare le divise.

La squadra dell’Asd Curling Pinerolo fa parte della prima fascia di squadre nel mondo: Amos Mosaner è già qualificato per le Olimpiadi Invernali di Pechino 2022 per il doppio misto, e con i suoi compagni, a dicembre 2021, parteciperà al torneo preolimpico per staccare il pass per le qualificazioni ai Giochi del 2022.

Un incontro che ha messo in evidenza la condivisione di valori e il supporto da parte di Raspini per questa disciplina caratterizzata da grande fair play, impegno e sacrificio. L’alimentazione e la dieta rivestono, per questi atleti, un’importanza fondamentale, l’alta qualità e la genuinità dei prodotti Raspini, ben si adatta anche alle specifiche esigenze degli sportivi.

L’azienda è inoltre da sempre vicina alle realtà del territorio, soprattutto a quelle che promuovono in modo inequivocabile l’idea dello sport pulito, che ottiene risultati con disciplina e determinazione.

Il Curling è nato in Scozia, in Italia è uno sport ancora poco diffuso e il lancio e lo scivolamento della Stone (dal peso di 20 Kg) sul ghiaccio, ha incominciato a suscitare interesse e curiosità durante le Olimpiadi invernali di Torino 2006.

Gli impianti presenti in Italia sono pochi e pochi impianti vogliono dire anche poche possibilità di far conoscere questo sport, così affascinante e basato su valori di grande correttezza, a bambini e ragazzi.

Proprio per incrementarne la diffusione tra le nuove generazioni e aumentarne la visibilità, che Raspini incoraggia e appoggia in modo concreto il Curling Pinerolo, sperando di entusiasmare e veder nascere e crescere nuovi campioni sotto la sua bandiera.

Il cammino verso Pechino 2022 sarà impegnativo, ma i nostri atleti hanno le carte in regola per accedervi, Raspini è quindi orgogliosa di affiancarli e sostenerli.   

   

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium