/ Collegno-Rivoli-Grugliasco

Collegno-Rivoli-Grugliasco | 12 luglio 2021, 17:15

Grugliasco, nuova bellezza per il parco che ospita anche il memoriale per le vittime dell'Heysel

L'intervento che ha coinvolto il giardino tra via Galimberti e via Montanaro è costato 500mila euro

parco pubblico grugliaschese

Il Giardino che Grugliasco ha dedicato alle vittime dell'Heysel

Un intervento da 500mila euro, partecipato e condiviso con la cittadinanza e i residenti della zona, che ha reso l’area maggiormente utilizzabile e accessibile 

Sono terminati i lavori di riqualificazione dell’area verde compresa tra via Galimberti e via Montanaro, a Grugliasco, nella prima parte dedicata alle Vittime dell’Heysel. I lavori nascono da un progetto che l’Amministrazione Comunale ha deciso di condividere e costruire insieme ai residenti della zona per poter garantire la massima fruibilità e accessibilità in base alle esigenze della comunità locale.

Sono state, infatti, previste due aree gioco bimbi, la prima dedicata alla fascia d’età 2-5 anni con altalena a due posti, la torre, il tunnel, il labirinto e una struttura per arrampicarsi; la seconda ai bambini tre i 5 e i 12 anni con la piramide arrampicabile, una composizione gioco di equilibrio e una struttura gioco arrampicata e scivolo. Ma non solo: sono stati rifatti tutti i camminamenti pedonali, installate attrezzature fitness nell'area dedicata allo sport, installate 5 fontanelle ed elementi di arredo urbano (panchine, gazebo e tavoli).

E ancora, le sedute esistenti in cemento in una parte del parco sono state ritinteggiate e risistemate per poter essere riutilizzate; sono state localizzate tre aree ecologiche per la raccolta dei rifiuti e realizzate le piattaforme di installazione; è stata realizzata un’area di incontro e aggregazione simile a un piccolo teatro con una seduta fissa per gli spettatori; in prossimità di via Montanaro è stato previsto un ulteriore spazio per la socialità, per sostare in compagnia mentre, a metà del giardino, è stata realizzata un'area dedicata ai cani; sono stati messi a dimora 15 nuovi alberi, che in parte hanno sostituito i 7 di cui si è reso necessario l’abbattimento.

Molta attenzione è stata poi posta all’accessibilità, con l’abbattimento delle barriere architettoniche, e alla sicurezza dell’area con il potenziamento dell’illuminazione, che conta ora complessivamente una cinquantina di pali, in parte esistenti, tutti a led con l’ulteriore vantaggio di aumentare l’efficienza energetica dell’impianto e la predisposizione di cavidotti per l’installazione di un futuro impianto di videosorveglianza.

Infine, ma non ultima, è stata realizzata una pista ciclabile di circa 400 metri a doppio senso di circolazione, che si sviluppa all’interno dell’area con un primo tratto lungo il perimetro esterno e il tratto finale in abbinamento, anche se differenziato, al camminamento pedonale. La stessa pista collega due percorsi ciclabili già esistenti e dà continuità di percorso in bicicletta tra via Galimberti e via Montanaro.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium