/ Eventi

Eventi | 28 luglio 2021, 12:03

Dal 16 settembre la nuova edizione del festival Graphic Days

Il progetto prende il via già in questi giorni, con l’inizio dei lavori di via Durandi, percorso di riqualificazione attraverso interventi di arte urbana

i lavori di via Durandi

I lavori di via Durandi anticipano la nuova edizione dei Graphic Days

La nuova edizione del festival Graphic Days® si svolgerà dal 16 al 26 settembre, ma il progetto prende il via già questa settimana con l’inizio dei lavori di via Durandi, un percorso di riqualificazione attraverso interventi di arte urbana nell’area pedonale.

Il festival internazionale dedicato al visual design, promosso dall’associazione Print Club Torino e da Quattrolinee, prevede mostre, performance, attività esperienziali e workshop all’interno dello spazio di Toolbox Coworking a Torino, sede principale, e numerosi eventi diffusi sul territorio cittadino.

Touch è il fil rouge della sesta edizione del festival, un invito a tornare alla fisicità e alla sensorialità, assenti in questi mesi, ma anche un invito a restare in contatto. 

“Con questo tema” spiegano i coordinatori artistici del festival Fabio Guida e Ilaria Reposo “abbiamo voluto affrontare la questione della riconnessione tra i sensi nella comunicazione visiva: uno sguardo al prossimo futuro in cui potremo sperimentare ciò che ci circonda attraverso la sensorialità a 360 gradi. Keep in touch è uno dei nostri slogan e per realizzarlo usciremo dagli spazi della nostra sede principale e che ci ospita sin dalla prima edizione: Toolbox Coworking, per andare incontro ai cittadini e al territorio”.

 

Il progetto di via Durandi è un esempio della disseminazione sul territorio promossa dai Graphic Days®: si tratta di un intervento di arte urbana, realizzato in collaborazione con la Città di Torino, l’assessorato alla mobilità e alle infrastrutture della Città di Torino e l’associazione Piazza dei Mestieri, con il contributo di Iren e la sponsorizzazione tecnica di PPG Univer. E’ l’esito di un percorso di progettazione partecipata che si è svolto ad aprile 2021 con gli stakeholder locali istituzionali e attraverso un workshop con gli studenti delle classi superiori del corso di Operatore Grafico dell’ente Immaginazione e Lavoro.

Il progetto prevede la colorazione della pavimentazione della via pedonalizzata attraverso motivi geometrici ispirati all’architettura degli edifici circostanti l’area dell'intervento. Grazie all’azione di arte urbana in via Durandi si restituirà alla cittadinanza l’utilizzo di una vasta area pedonale, si offrirà alle scuole un luogo sicuro dove svolgere attività fisiche, culturali e di svago, si favorirà l’incontro e lo scambio tra fasce diversificate di fruitori. Questa esperienza è la rappresentazione fisica del claim dei Graphic Days®: we mix design and people; il social design diventa lo strumento per creare un incontro tra le persone, fornendo loro nuove modalità di lettura e di fruizione dei progetti di innovazione sociale attraverso l’arte.

Highlights del festival

Dal 16 al 26 settembre presso Toolbox Coworking sarà possibile visitare un ampio percorso espositivo che si struttura su tre filoni principali: 

La sperimentazione di nuovi linguaggi: all’inizio dell’itinerario di visita all’interno di una dark room sarà proposta un’attività esperienziale con l’obiettivo di stimolare una riflessione su come è cambiato il modo di interagire con le persone e con gli oggetti: proiezioni immersive, spettacoli di luce e installazioni interattive guideranno il pubblico nella sperimentazione di una diversa forma di touch; inoltre saranno presentati i progetti realizzati da illustratori e giovani designer raccolti attraverso la call Neologia.

Il social design è al centro dei progetti visivi e dei manifesti selezionati tramite il contest Posterheroes che quest’anno giunge alla decima edizione e dell’esposizione We mix design and people che raccoglierà esperienze di social design da tutto il mondo che coniugano impegno sociale e comunicazione visiva.

Il tema del festival, Touch, sarà declinato attraverso il lavoro dell’illustratrice Cecilia Campironi con una mostra inedita dedicata alle mani dal titolo Many mani e tramite la riflessione proposta nella mostra Il corpo non mente, che raccoglie le realizzazioni degli studenti della Facoltà di Design e Arti, Libera Università di Bolzano. 

Un focus speciale sarà infine dedicato all’Ucraina, Paese ospite della sesta edizione, realizzato in partnership con l’Istituto Ucraino, grazie alla collaborazione con il collettivo Pictoric. 

Tra gli appuntamenti, il 17 settembre è la giornata dell’In the city, il calendario di iniziative curate da studi di visual design e istituzioni culturali torinesi diffuse su tutto il territorio cittadino; il 25 e il 26 settembre si svolgerà negli spazi di Toolbox Coworking una mostra mercato all’aperto con le opere di artigiani e artisti, non solo una fiera, ma un progetto culturale con performance live e attività laboratoriali estemporanee.

In programma anche tre workshop: 

il 18 settembre Mixed Superstructure and Postmodern Compositions, a cura di studio seri/graph, dedicato alla costruzione di nuovi mondi fatti di edifici, strade e paesaggi postmoderni attraverso la tecnica del collage e tecniche miste; 

il 25 settembre How to design a book cover: Ostinato Sguardo, con Gianluca Folì, finalizzato alla realizzazione di copertine alternative del libro; 

il 26 settembre Biùtiful mistakes, a cura di Print Club Torino, incentrato sul concetto di errore come fonte di ispirazione, attraverso la stampa in risograph.

Il programma completo è sul sito www.graphicdays.it.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium