/ Politica

Politica | 13 agosto 2021, 17:33

Insulti sessisti, Sganga (M5S): "Sono una donna. Continuerò a battermi per una società più giusta"

Dopo i manifesti imbrattati, la candidata sindaca prende parola: "Il linguaggio violento origina quasi sempre da divari sociali ed economici tutt'ora esistenti"

Insulti sessisti, Sganga (M5S): "Sono una donna. Continuerò a battermi per una società più giusta"

"Sono una donna. Punto. Forse qualcuno sperava di intimorirmi o offendermi con qualche messaggio sessista. Non ci è riuscito". Risponde così su Facebook la candidata sindaca del Movimento 5 Stelle Valentina Sganga all'atto vandalico sui manifesti elettorali scoperto questa mattina in corso Lecce.

"Una scritta può far male, ma ancora più male fa la consapevolezza che il linguaggio violento origina quasi sempre da divari sociali ed economici tutt'ora esistenti: nella politica, nel lavoro, nei rapporti personali e familiari", prosegue la capogruppo uscente dei pentastellati.

E conclude: "Su questi ultimi vogliamo concentrarci con la nostra proposta politica, che è l'unica ragione per cui in giro per le strade vedrete il mio volto sorridente. Sorrido, perché con la nostra forza e il nostro entusiasmo ci battiamo per una società più giusta. Sorrido e continuerò a farlo".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium